bardopardo.jpg

 

Cari Contro-Lettori,

i piccoli comuni lucani, molti dei quali appollaiati (o arroccati) su montagne, cime e o colline, sono in balìa dei capricci del vento (della politica), come giganteschi proto-grattacieli per metà naturali e per metà di fattura umana, sedimentatasi nei secoli.

Leggi tutto...

BARDICICALAVIGGIANO.jpg

 

 

Cari Contro-Lettori,

dicesi “miracolo”, dal dizionario Treccani: «In genere, qualsiasi fatto che susciti meraviglia, sorpresa, stupore, in quanto superi i limiti delle normali prevedibilità dell’accadere o vada oltre le possibilità dell’azione umana. In partic., per la teologia cattolica, fatto sensibile straordinario, fuori e al di sopra del consueto ordine della natura, operato da Dio direttamente o per l’intermediazione di una creatura.

Leggi tutto...

 

 

bardipulcinella.jpg

di Walter De Stradis

 

Cari Contro-Lettori,

innanzitutto ben trovati.

Essì che quest’estate non sarà ricordata per le temperature torride, ma evidentemente il caldo è comunque il sospettato principale nella ricerca del “colpevole” delle assurdità comico-politiche alle quali abbiamo assistito in questo agosto pazzerello.

Leggi tutto...

 

 

 

bardimarinaweb.jpg

 

Cari Contro-Lettori,

da Generale a marinaio il passo è breve, se –al di là degli annunci tanto al chilo- alla teorie poi non segue la pratica. Perché, si sa, il diavolo si nasconde nei dettagli.

Leggi tutto...

 

 

bardi_san_gennaro.jpg

 

Cari Contro-Lettori,
forse ingannato dalla somiglianza dei nomi dei due Santi Protettori, il governatore napo-lucano Vio Bardi sembra essersi confuso un tantino, dando vita, in uno sghémbo lavoro di “intelligence”, a una bondiana “Operazione San Gennaro” piuttosto che, magari, a una “Operazione San Gerardo” (in quanto Patrono del Capoluogo di regione) volta a risollevare le sorti della Basilicata.

Leggi tutto...

pg_01_13-07-19sito.jpg

 

 

Cari Contro-Lettori,

alla stregua di novelli Sherlock Holmes, limitiamoci a mettere in ordine i fatti recenti e –affidandoci a un ragionamento deduttivo- giungiamo a delle conclusioni.
Il Governatore della Regione Basilicata, Vito Bardi, ha conferito l’incarico di Capo dell’Ufficio di Gabinetto del Presidente al dr. Fabrizio Grauso. Il professionista, pur avendo origini sarde (Cagliari), è nato a Roma e ha lavorato nello staff del Governatore della Campania, Caldoro. Sempre il nostro buon Generale ha poi nominato come responsabile dell’ufficio legislativo e di consulenza giuridica della Regione tale Antonio Ferrara, anch’egli proveniente dallo staff dell’ex governatore forzista della Regione campana.
Il Presidente del consiglio regionale della Basilicata, Cicala, ha dal canto suo individuato in Eleonora De Paolis Foglietta la sua portavoce: nata e cresciuta a Treviso, si è trasferita sei anni fa in Basilicata, dove tuttora risiede.
Il direttore generale dell’Azienda ospedaliera regionale “San Carlo” di Potenza, il campano Massimo Barresi, ha nominato direttore amministrativo l’avvocato Maria Acquaviva, “pescando” dall’albo degli idonei della Regione Calabria, in assenza di graduatorie lucane, ancora politicamente in stand-by, ma che erano in via di deliberazione. Sic stantibus rebus, lo stesso dg del nosocomio potentino, ha quindi poi affidato l’incarico di Direttore Sanitario al Dr. Rosario Sisto, campano, già direttore della Struttura Organizzativa Complessa (SOC) “Distretto Tagliamento” dell’Azienda per l’Assistenza Sanitaria AAS5 “Friuli Occidentale” di Pordenone.
Insomma, tutta gente non lucana.
Sia chiaro, si tratta di professionisti di cui non si discutono il valore, la serietà o le legittime ambizioini.
Fin qui, i fatti politici/amministrativi/burocratici.
Cambiamo genere.
L’8 giugno scorso, sotto l’egida del Collegio della Campania-Lucania del “Grande Oriente d’Italia”, si è tenuta la tradizionale tornata in “Camera d’Apprendista” per la consegna delle pergamene ai massoni eletti alla carica di Maestro Venerabile per l’Anno Massonico 2019. Fra i promossi (a scorrere i nomi pubblicati sul notiziario ufficiale “Erasmo”)- ci sono “incappucciati” di Napoli, Torre Annunziata, Avellino, Salerno, Caserta, Sorrento, ma nessuno dalla Basilicata. Manco uno.
Conclusione: visto come veniamo trattati -nei fatti- dalla politica, nelle istituzioni e negli uffici pubblici, e persino nelle Logge, ne consegue che noi Lucani non siamo buoni manco a fare i Massoni.

Walter De Stradis

matrixbardi.jpg

 

 

Cari Contro-Lettori,

secondo un’arcana e clamorosa simmetria fra le antiche concezioni delle filosofie/religioni orientali e le più moderne astrazioni della fisica quantistica, la realtà non esiste:

Leggi tutto...

 

 

leonetarzan.jpg

Cari Contro-Lettori,

questa mattina (per chi legge), nell’Auditorium Moscati dell’Ospedale Madonna delle Grazie di Matera è in programma il convegno organizzato da Fials Matera sul tema “La Sanità Materana: Patto per la Salute”.

Leggi tutto...

editoriale210619 opt

Cari Contro-Lettori,

Leggi tutto...

editoriale150619_opt.jpg

Cari Contro-Lettori,

Leggi tutto...

Ultima Edizione (14 Settembre 2019)

ROSSIELLO Right-Top in posizione n°2

Chi siamo

Il settimanale cartaceo free-press “Controsenso Basilicata” è edito da Publicom S.r.l. - Questo sito non ha periodicità -ControSenso ha sede a Potenza (Basilicata). Si occupa di informazione, cultura, sport, società e satira.


controsenso@email.it
controsensobasilicata@gmail.com

Dove Siamo

Via Amerigo Vespucci - Parcheggio 3 - 85100 Potenza