Breaking News

Cent’anni dalla Prima Guerra Mondiale. Riflessioni e monito per le nuove generazioni e non solo

Cent’anni e sembra l’altro ieri, quando alcunianziani conoscenti, alla prima guerrae mio padre alla seconda poi, mi raccontavano:(allora la sera d’inverno si raccontavano“ i cunt’” (racconti) vicino al camino, perché allora non c’era la televisione, parliamo di più di sessant’anni fa.).

Mi raccontavano, dicevo, pagine di storia e di guerra “maledetta”, dove giovani uomini e vecchi muli, perirono fra quelle montagne e quelle vette di confine, concimando con il sangue le terre aride del “Carso”. E che quei racconti a noi ragazzi, sembravano racconti e non vita vissuta, perl’incredulità a concepire, tanta sofferenza e tanto dolore, specie quello del freddo e della fame,stando noi vicino al camino al caldo e rifocillati.E, per ironia della sorte, mi son trovato soldato in quegli scenari, a costatare di persona queiracconti, che a distanza di un bel po’ di anni rivedo nella mente vivi e drammatici.

Insieme ai miei commilitoni, a rastrellare terreni impervi, ancora ricoperti di elmetti arrugginiti,borracce,stringhe e scarponi rotti, giberne, vecchie baionette, teschi,ossa residui di carcasse di uomini e animali.

In certi posti,dove il sole non batteva, erano ancora ricoperti da cumuli di neve, a far contrasto con i picchetti ebandiere rosse: ad indicar bombe inesplose,con simboli di pericolo di morte. E lì, in quell’istante concepii veramente che non erano solo racconti ma … storiastramaledettamente vera quando mi ritrovaisui monti sopra ad Asiago, a cima Caldiera. Lì, insieme ad altri militari come mespecialisti al tiro per mortai da 120, mortaisti e artificieri, per bonificare terreni, ora dediti al pascolo, da qui … il buon formaggio Asiago. Facemmo il campo invernale per circa un mese, accampati in vecchi magazzinivicino ad un convento in una latteria dismessa e un vecchio fienile.

Esperienza forte che tempra, l’animo sferza, ed il cuore fa auspicare e sperare “MAI PIU’ “ come cantavaqualche anno fa Piero Pelù “ una guerra terza”.Ma gli uomini, non imparano ancora la lezione e altre guerre son succedute o permeglio dire,alcunemai cessate,forse non sono ancora guerre vere come quelle, ma, guerriglie, queste in corsonel mondo e nelle famiglie. Per questo,Meditiamo! Meditiamo! E un po’ preghiamo che non avvengano MAI, MAI, MAI PIU’,altre guerrecome quelle, perchéper come la stessa si è evoluta, sarebbero

distruzione totale. E non credo che ci sarebbe ancora qualcuno … araccontarla!

27 maggio, ore 10.30, presso il "Nitti" di Potenza gli studenti raccontano le loro esperienze all'estero

Gli studenti di alcune scuole lucane raccontano la loro esperienza di formazione all'estero a seguito della partecipazione al programma regionale "Percorsi formativi per soggiorni di studio in mobilità internazionale".

Leggi tutto...

La Basilicata all’Expo, focus su “Turismo e accessibilità: la fruibilità del patrimoni culturale e artistico”

A Milano “Rete Ionica”, un esempio di sinergie per accrescere l’attrattività della regione. 

Leggi tutto...

Il 26 maggio a PZ, presso Ordine Psicologi: “La scuola come possibile fattore di rischio”

Si terrà martedì 26 maggio alle ore 16.00, presso la sala convegni dell’Ordine degli Psicologi di Basilicata, in Via della Chimica 61 a Potenza, la presentazione della ricerca firmata dalla dott.ssa Francesca Antonella Amodio dal titolo “La scuola come possibile fattore di rischio”.

Leggi tutto...

Assegnato il Premio Portatore d'Oro 2015 all'artista lucano Silvio Giordano

Sarà Silvio Giordano, artista potentino, a ricevere V Portatore d'Oro, premio che l'Ass. Cult. I Portatori del Santo assegna ogni anno ad una personalità lucana che si è particolarmente distinta sulla scena nazionale e internazionale.

Leggi tutto...

Conto alla rovescia per il  X Giro delle Cantine del Vulture- V Trofeo Monticchio Laghi

Conto alla rovescia per il “X Giro delle cantine del Vulture” in auto storiche, valevole per l’assegnazione del V Trofeo Monticchio Laghi. 

Leggi tutto...

icona web CRA

 

La presenza della Basilicata ad EXPO2015 si arricchisce di nuovi eventi e occasioni che puntano a promuovere in vari modi le peculiarità lucane ai tanti visitatori che in queste settimane hanno cominciato ad affollare Milano.

Leggi tutto...

Giuliano: Festa Patronale dedicata a Maria Ausiliatrice

Nel periodo del bicentenario dalla nascita di San Giovanni Bosco (16/8/2014 – 16/8/2015), assume particolare rilevanza la ricorrenza della festa patronale di Giuliano dedicata alla Santissima Maria Ausiliatrice, la vergine che gli apparve in  sogno all’età di nove anni;

Leggi tutto...

Le Vie della Pace. Il 20 Maggio: "È in gioco la pace. Giochi e giocatori ai tempi dell'incertezza"

Continua il palinsesto di eventi de Le Vie della Pace 2015, promosso da Ame-Rete Potenza: Mercoledì 20 Maggio, alle ore 17.30, presso la Casa del Volontariato (Via Sicilia, snc), si terrà l'incontro dal titolo "È in gioco la pace. Giochi e giocatori ai tempi dell'incertezza" a cura di Claudio Tosi, moderato da Maria Rosaria Colangelo, presidente dell'Associazione Psi&Co La Minerva.

Leggi tutto...

Mons. Nolè nuovo Vescovo di Cosenza. Mons. Nunnari lascia il suo incarico dopo undici anni

(ANSA) - COSENZA, 15 MAG - Papa Francesco ha nominato mons. Francescantonio Nolè nuovo arcivescovo metropolita di Cosenza-Bisignano. Mons. Nolè, dell'ordine francescano dei Frati Minori conventuali, era finora vescovo di Tursi-Lagonegro.

Leggi tutto...

Ultima Edizione (12 Gennaio 2019)

ROSSIELLO Right-Top in posizione n°2

Chi siamo

Il settimanale Free-Press Controsenso Basilicata è edito da Publicom S.r.l. - Questo sito è in fase di allestimento e non ha periodicità - ControSenso ha sede a Potenza (Basilicata). Si occupa di informazione e di controinformazione.
controsenso@email.it
controsensobasilicata@gmail.com

Dove Siamo

Via Amerigo Vespucci - Parcheggio 3 - 85100 Potenza