frattesepotenza

Questo Potenza non è adatto ai deboli di cuore.

E a detta di mister Ragno è bene prepararsi, perché “tutto il campionato sarà così, su tutti i campi si può vincere, ma si può anche perdere, nessuno regala niente”. Il 3-2 maturato ieri nei minuti di recupero a danno della Frattese ne è la dimostrazione. Una squadra che sulla carta partiva sfavorita, 5 punti in classifica contro il punteggio pieno dei rossoblù, è riuscita a portarsi per ben due volte in vantaggio, sfruttando qualche incertezza del reparto difensivo ospite che fino a ieri contava solamente un gol subito.
Il calcio si sa è strano, e dopo una primo tempo a lungo dominato dalla formazione rossoblù, con addirittura due legni ad impedire il vantaggio, arriva al 10’ del secondo tempo il gol di Signorelli sul primo tiro veramente pericoloso della Frattese. Soffre per un po’ il Potenza, ma un rigore netto su Siclari, regala l’occasione del pareggio, con França dal dischetto. Neanche 10 minuti dopo la Frattese passa nuovamente in vantaggio, approfittando di una difesa a tratti imbambolata.
Ci chiedevamo quale sarebbe stata la reazione dei rossoblù al doppio svantaggio, e la risposta è pervenuta negli ultimi 7 minuti di gara, quando il tabellone segnava il 2-1 per i locali. Prima Siclari a ristabilire il pareggio, poi, a due minuti dal fischio finale, la punizione gioiellino dai piedi di capitan Esposito, a firmare la sesta vittoria consecutiva del Potenza.
6 vittorie su 6, continua cosi l’inarrestabile marcia degli uomini di mister Ragno, che come dicevamo per la prima volta sono andati sotto per ben due volte, soffrendo in più occasioni e giocando una gara meno “bella” di quelle precedenti. Ma i rossoblù, che avevano gestito meglio la prima frazione di gara, hanno dimostrato grande tenacia nel voler portare a casa il risultato. 3 punti d’oro, che consentono di mantenere il primato solitario e tenere a distanza di due punti quel Cerignola che domenica sarà ospite al Viviani per giocare il primo vero scontro diretto del girone.
Continuano a sognare anche i tifosi, che ieri ancora una volta in massa sono arrivati al Vallefuoco di Mugnano a sostenere Esposito e compagni, che li hanno ripagati con una vittoria al cardiopalma.

bandieronePotenza