Potenza Calcio2

Nella scorsa domenica calcistica hanno dominato il vento forte e la pioggia, condizioni meteorologiche non caratteristiche di Gallipoli.

Pochi spettatori presenti, tra cui una piccolissima rappresentanza rossoblù allo stadio “Bianco”, che si affaccia direttamente sul mare della Perla dello Ionio, dove si è disputato il match Gallipoli - Potenza della 27a giornata di serie D
Mister Marra ha mandato in campo una squadra diversa dalle ultime schierate, Pasqualino Esposito al posto di Posillipo, Vaccaro accanto a Bitancourt e Miocchi rientrato nel suo ruolo originario di esterno d’attacco. Il Potenza ha affrontato il Gallipoli, ultimo in classifica, superato anche dal Picerno forte degli ultimi risultati utili. Capitan Lolaico non inserito tra i 20 convocati, motivo di alcuni chiacchiericci prima della partenza, ma ugualmente presente nella trasferta pugliese per stare vicino ai suoi compagni.
Sin dai primi minuti il Potenza si fa avanti con Simeri che al 3’ prova a metterla dentro ma la traiettoria non sufficientemente angolata, porta la palla nelle mani del portiere di casa, Russo. Poco dopo su calcio d’angolo battuto da Miocchi altra occasione non concretizzata. La pioggia ha continuato a battere, intensificandosi, rendendo il sintetico già consumato un terreno molto viscido, arena di continue scivolate che non hanno reso facile la scesa in porta dei rossoblù.
Gallipoli che prova ad attaccare, ma a centro area Buccarella, attaccante pugliese, con un colpo gratuito in volto a Puca, conquista il cartellino rosso, il Gallipoli si trova costretto a giocare i restanti 80 minuti di gara in 10 uomini. Per inciso, il calciatore del Gallipoli 6 anni fa si è reso protagonista di una rissa nelle giovanili che gli è costata 5 anni di squalifica.
L’occasione del vantaggio lucano arriva al 30’, Miocchi di prepotenza raccoglie un pallone, segnando la sua seconda rete stagionale in maglia rossoblù.
Uno stadio quasi deserto, colpa del tempo e della condizione di bassa classifica della squadra di casa, ma il Gallipoli è una squadra che ha sempre venduto cara la pelle nelle sue partite, affrontando le “grandi” con onore mettendole in difficoltà: è il caso dei match contro il Manfredonia e il Nardò. Si affaccia un timido sole allo scadere del primo tempo che termina con punteggio in favore del Potenza.
Nessuna novità al rientro, in campo gli stessi 21 giocatori del primo tempo, con il Gallipoli in inferiorità numerica. La squadra di mister Marra avrebbe bisogno di concretizzare il risultato per avere la certezza di portare a casa un risultato pieno. Ma il secondo tempo sembra tutto in favore dei pugliesi che provano continuamente ad avere reazioni pur non arrivando in porta, dagli spalti il supporto e gli applausi dei pochi tifosi presenti. Brivido nell’area piccola del Potenza, la traversa salva i rossoblù da un pasticcio, quasi autogol per il Potenza su deviazione di Puca, fortunatamente la traversa prima e Mautone dopo, mantengono il vantaggio. Dalla panchina di Marra si preparano ad entrare D’imporzano, alla sua seconda presenza stagionale dopo essere stato decisivo nella partita della scorsa settimana, al posto di Vaccaro, Giacinti per Bitancourt dolorante, e infine Tulimieri al posto di un Simeri poco concludente. La decisione di Marra evidentemente è stata di ridisegnare la squadra un po’ sofferente nella ripresa, posizionando 5 giocatori a centrocampo. Il Gallipoli appare avvantaggiato sui rimbalzi, sembra conoscere bene il proprio campo arrivando a recuperare i palloni sempre in anticipo. Ed è proprio approfittando di un secondo tempo brutto dei rossoblù, raccoglie la palla di controbalzo e riporta la situazione in pareggio. Si segnala anche un’invasione di campo da parte di un tifoso gallipolino in occasione del gol. 40’ del secondo tempo, risultato sull’1-1 quando il Potenza probabilmente avrebbe dovuto già chiudere il match, essendo in superiorità numerica dal 10’pt. Nel finale di partita nessun episodio da segnalare, solo un problema muscolare per Miocchi che si lascia cadere dolorante, per poi essere accompagnato fuori. Si ristabilisce anche la parità numerica, non avendo più cambi a disposizione.
Continua la striscia utile per il Potenza, che ha sciupato l’occasione di portare in terra lucana la preziosa vittoria, conquistando solo un amaro punto. All’uscita dagli spogliatoi mister Marra commenta la partita: ”Bisogna comunque elogiare la squadra, perché il nostro cammino procede verso la salvezza. Ci prendiamo questo punticino con tanto rammarico, senza dimenticare che questi ragazzi stanno facendo cose importanti, ma non dobbiamo allarmarci perché il nostro obiettivo è la salvezza.” Il tecnico rossoblù ha speso anche due parole in merito alla non convocazione di Lolaico: “Mi viene da ridere perché si parla di un giocatore che fino ad ora non ha giocato, Lolaico è il capitano, è un uomo fondamentale del Potenza ed è fuori discussione. Normale che ci sia l’affetto ma io devo fare i miei calcoli, oggi è toccato a lui domani toccherà a qualche altro. È stata una scelta esclusivamente tecnica, ma è un uomo spogliatoio e comunque è stato con noi”, conclude.
Al secondo arrivo di Mister Marra il Potenza era nei bassifondi della classifica, i ragazzi hanno speso un sacco di energie in queste ultimissime partite. Adesso si tornerà in campo solo il 20 Marzo, un turno di sosta per dare spazio al Torneo di Viareggio, sarà l’occasione giusta per ricompattare la squadra.