Sileo (RL’I) su Sblocca Italia, trivelle in mare e Pittella

"E’ proprio vero che la Basilicata è entrata in un circolo vizioso di corsi e ricorsi storici e di films già visti. Come per il c.d. “Sblocca Italia” così sarà per “le trivellazioni in mare”.

Presidente Pittella ma lei è lucano?

Possibile che non riesce ad assumere una posizione forte una volta per tutte e mostrarsi coerente rispetto a quanto da Lei stesso dichiarato nella sua campagna elettorale – no trivellazioni né in terra né in mare?

Non può pensare per l’ennesima volta di assumere il duplice comportamento di tentare una via del dialogo con il suo segretario nazionale e nel contempo prestare sostegno e solidarietà ai Sindaci che già hanno intrapreso azioni forti.

Ricordo che la via del dialogo non è servita a nulla per lo sblocca Italia e, lei ossequiando gli ordini del suo Matteo Renzi, si è defilato da ogni battaglia per difendere il Nostro territorio rinunciando ad ogni azione e/o impugnazione per evitare la svendita della Basilicata.

 E’ ancora in tempo, riveda la sua posizione e si metta a capo della protesta, dimentichi per una volta i privilegi futuri che ricaverebbe dicendo l’ennesimo si  a Renzi.

La Basilicata è terra da amare e non da svendere, la Basilicata è terra di diamanti e non solo di oro nero , la Basilicata è terra dei lucani e non delle compagnie dell’affare.

Rivolta l’Italia è e resterà sempre al fianco dei lucani."

Comunicato Stampa RL'I