Lavori Quinta commissione Potenza, interviene Lovallo: indignato con  l'assessore Percoco

"Con grande sorpresa e rammarico durante i lavori della Quinta commissione l'assessore Percoco ha affermato che la città di Potenza è priva di attrattori culturali e che pertanto gli investimenti in cultura hanno poca importanza e non possono avere ricadute positive sul turismo. Un'affermazione che mi ha indignato – prosegue in una nota il consigliere comunale del Pd Nicola Lovallo – e mi ha portato ad abbandonare immediatamente i lavori. È evidente che ci troviamo dinanzi a persone che non conoscono la grande storia della nostra città, le sue forti radici cattoliche e il valore del nostro Centro storico che di quella Storia ne è stato testimone e che ancora conserva le tracce, dalle chiese ai palazzi nobiliari a luoghi di grandi eventi storici di respiro nazionale. Senza tener conto dei nostri siti archeologici e del fatto che gli investimenti culturali,se figli di progetti di ampio respiro capaci di recuperare la memoria storica e aprire ad altre esperienze,notoriamente consentono ad una comunità di crescere più rapidamente e più coesa .Si conferma una visione limitata di questa Amministrazione incapace di darsi un disegno strategico che, dopo aver perso importanti risorse, da quelle dell'asse metropolitano a quelle del Gal Camastra che ci ha privato di un'opera destinata a valorizzare i prodotti tipici del nostro territorio metropolitano ove vi è storia, cultura e ambiente, oggi rinuncia anche agli investimenti in cultura. Il messaggio alla comunità che viene dalla giunta De Luca è estremamente negativo, e non si pensi ancora di continuare a chiamare in causa altre responsabilità per giustificare una chiara incapacità amministrativa", conclude Lovallo.