La-citta-delle-infanzie-brochure-web-1.jpg

Si terrà a Potenza per il terzo anno consecutivo, il festival de “La città delle Infanzie”, ideato e organizzato dallo scrittore potentino Gianluca Caporaso, insieme all’associazione culturale La luna al guinzaglio e Lavieri edizioni. A partire da giovedì 12 fino a domenica 15 settembre, quattro giornate tutte dedicate ad incontri, laboratori e appuntamenti letterari. Protagonista di questa nuova edizione sarà il Mediterraneo, mare che nella sua storia, è sempre stato custode di incontri, ma anche di scontri, mare di chi lo vorrebbe aperto e pronto allo scambio e di chi invece lo vorrebbe chiuso, ristretto. “Il Mediterraneo - spiega Caporaso - è il posto degli alfabeti, il giardino delle storie che da millenni sono trascorse da una sponda all’altra del mare e hanno educato l’immaginazione ad aprire le porte al mondo, percorrerlo e ospitare chi arrivava da lontano, come ci ha insegnato Omero”. Il tema dell’ospitalità è sempre stato il cuore del festival. La manifestazione, infatti, pone le sue radici sull’idea dell’incontro, dell’accoglienza e dell’aiuto reciproco. Così, numerosi ospiti provenienti da ogni parte d’Italia, saranno accolti da famiglie che metteranno a disposizione posti letto nelle loro case, portando avanti un processo di ospitalità all’interno di dimensioni domestiche, già sperimentato gli anni scorsi. Altri, come i volontari, i nonni sociali Auser e i Paz - potentini armati di zappa - parteciperanno attivamente al festival, entrando a far parte della squadra organizzativa e mettendosi a disposizione in prima persona per dare una mano lì dove ce ne sarà bisogno.   Le giornate del festival si suddivideranno in diversi appuntamenti. Sostanziale novità rispetto alle precedenti edizioni, sarà l’incontro con i bambini e i ragazzi direttamente nelle scuole. Si proseguirà poi con conferenze dedicate a docenti ed educatori, laboratori per i più piccoli, spettacoli per tutte le fasce d’età e racconti di storie con protagonista il Mediterraneo, “quando è stato bordo e non muro”. Un’altra differenza con le edizioni passate sarà data dalla contemporaneità degli incontri: ogni zona della città avrà il suo narratore. Tra i diversi eventi rientranti nella manifestazione ci sarà anche l'inaugurazione del M.E.M.O.R.I.- Museo Euro Mediterraneo dell’Oggetto Rifiutato - progetto co-prodotto dalla Luna al Guinzaglio e dalla Fondazione Basilicata - Matera 2019 e sostenuto dal fondo etico BCC Basilicata, nell’ambito di Matera Capitale Europea della Cultura 2019. Si segnala, inoltre, giovedì 12 settembre alle 20:30, presso il ComicStore, la conferenza “Il Mediterraneo è un mosaico colorato” con Fuad Aziz, scrittore, scultore e illustratore curdo. Venerdì 13 settembre, alle 20:30 presso il Moon, “Una storia che non sta né in cielo né in terra”, narrazione tratta dalla leggenda tarantina con Daria Paoletta, attrice teatrale già due volte Premio Eolo Awards. Sabato 14 settembre, al circolo Gocce d’autore ore 18, la conferenza “Il Mediterraneo è un’isola bagnata dalla terra” con Massimo De Nardo, Premio Andersen 2014 e direttore responsabile della casa editrice Rrose Sélavy. Domenica 15 Settembre, giornata conclusiva del festival, omaggio a Livio Sossi con la conferenza “La magia delle narrazioni e la promozione della lettura” a cura dello scrittore e docente Mario Priore, presso il Moon. Il programma dettagliato dell’evento verrà presentato in una conferenza stampa che si terrà mercoledì 11 settembre alle ore 10:30, presso la sede del Moon - Museo Officina degli Oggetti Narranti, in c/da Bucaletto 16, zona Riofreddo. La manifestazione sarà raccontata interamente sulla pagina fb e sul profilo twitter “La città delle Infanzie”. Tutte le informazioni dettagliate sugli ospiti e sul programma del festival, si possono trovare sul sito: www.lacittadelleinfanzie.it