parcheggioMultipiano

All'incirca 700 nuovi posti macchina estesi su 4 livelli, 17 mini alloggi per degenti, e un rinnovato parco tecnologico con una Pet-Tc e due nuove macchine di Risonanza Magnetica.

È quanto è stato inaugurato questa mattina, alla presenza del dg Maglietta, il ds Picerno, la direttrice Berardi e il presidente della regione Marcello Pittella. Presenti inoltre l'ing. Spera e l'assessore comunale Bellettieri.

taglionastroparcheggio
Il nuovo parcheggio multipiano del San Carlo, che aprirà al pubblico venerdì 1° dicembre, è collegato all'ospedale tramite una passerella che conduce nei pressi del padiglione B. La nuova area di parcheggio su 4 livelli, sarà anche l'area dedicata alla sosta gratuita per i dipendenti del San Carlo. Un investimento di circa 12 milioni di euro (tra pubblico e privato), utilizzati non solo per la costruzione del parcheggio ma anche per i 17 mini alloggi per pazienti e loro familiari. Migliora in questo modo, l'offerta che l'ospedale potentino offre ai pazienti della regione ma anche a quelli delle regioni limitrofe, costretti ad una più lunga degenza.

magliettaPARC
“È un giorno importante sicuramente perché inauguriamo il parcheggio, ma lo è ancora di più per la costruzione degli alloggi per i degenti che rientrano nel processo di umanizzazione delle cure. Non meno importante il rinnovamento tecnologico del Dipartimento di Diagnostica per immagini che contribuirà all'abbattimento delle liste di attesa”, è stato il commento del dg, Rocco Maglietta.

Pittella
Grande soddisfazione anche nelle parole del presidente Pittella: “Quella di oggi è una realizzazione imponente che si collega a una serie di strutture cruciali e di servizio al San Carlo che arricchiscono ulteriormente il nostro straordinario ospedale. Stiamo ovunque incrementando l’offerta sanitaria regionale, potenziando i servizi avanzati. Parliamo molto di umanizzazione ma dobbiamo considerare che anche la qualità dell'accoglienza e la disponibilità di servizi riducono il disagio e migliorando la fruibilità da parte degli utenti. Tale opera coglie in pieno tali importanti aspetti”.

 

Le novità non sono finite, infatti durante la mattinata sono state presentate inoltre le due nuove risonanze magnetiche e la Pet-Tc, con una successiva visita guidata dal direttore del Dipartimento di Diagnostica per Immagini, dr. Enrico Scarano. Si tratta di strumenti di ultimissima generazione che andranno a migliorare sensibilmente l'offerta di prestazioni e garantire un sensibile salto di qualità delle attività diagnostiche del San Carlo.

 

risonanzaclassica

PET-TC 64 STRATI
Si tratta di uno strumento estremamente performante a tecnologia TOF ("tempo di volo") in grado di ridurre l'esposizione alle radiazioni di circa il 30% rispetto a macchine non TOF. Sarà inoltre munita di gating respiratorio per l'ottimale sincronizzazione delle immagini Pet con quelle Tc per ottenere la massima sensibilità anche per le le lesioni polmonari più piccole. Lo strumento Pet, dotato di una Tc 64 strati e sofisticati software operativi, vedrà un proficuo impiego multidisciplinare per esami di cardiologia (studio integrato coronaro-TC e miocardio vitale PET) oppure per la migliore definizione del bersaglio da trattare con la radioterapia (volume vitale Pet e non solo volume morfologico Tc). La spesa deliberata per l'impianto è di circa 1,5 milioni di euro.

 

risonanzamuscolare

RISONANZA MAGNETICA DEDICATA OSTEOARTICOLARE
E' stata acquistata, con una spesa di circa 250 mila euro, un'attrezzatura aperta dedicata agli esami osteoarticolari (colonna vertebrale e articolazioni). Sarà possibile così decongestionare le attrezzature più complesse da esami delle articolazioni, aumentando, quindi, efficacia ed appropriatezza. La RM aperta risolverà anche i problemi di gestione dei pazienti claustrofobici e dei bambini.

 

RISONANZA MAGNETICA AD ALTO CAMPO
Questo strumento, del costo di 1,2 milioni di euro, sostituisce la storica RM 1 ormai obsoleta e permette di assicurare una gamma di nuove prestazioni di alto profilo diagnostico: cardioRM, spettroscopia cerebrale, diffusion trattography, RM multiparametrica della prostata. Questo strumento è inoltre caratterizzato da un gantry più ampio (maggiore apertura del magnete) per ridurre gli effetti claustrofobici.

 

PittellaScarano

"E' incredibile - ha commentato il presidente Pittella - che ci sia ancora chi non riconosce l’eccellenza e l’elevata qualità tecnologica del San Carlo. Del resto stiamo continuando a investire perché la velocità dell'innovazione impone una costante attenzione e un impegno severo. Continueremo quindi a sostenere il management e le alte professionalità del San Carlo - ha concluso Pittella - per garantire una gamma elevata e sempre più diversificata di prestazioni diagnostiche e terapeutiche di eccellenza".