Liceo “Pasolini”, arriva una nuova «casa». La scuola potentina si trasferisce in via Anzio

Liceo Scientifico  “Pasolini”, dal 1 settembre arriva una nuova «casa». La scuola potentina si trasferisce in via Anzio e per la precisione nel plesso dove ha trovato sistemazione in questi anni l'Istituto Professionale per i Servizi Commerciali “Racioppi”. Il consuntivo di un anno e le prospettive future da parte del Dirigente Scolastico Prof. Giovanni Latrofa. Dopo 11 anni il Liceo Scientifico “Pier Paolo Pasolini” di Potenza lascia la sede storica del Seminario di Macchia Giocoli per approdare, dal 1 settembre 2015, nella nuova «casa» ubicata in via Anzio dove negli ultimi anni è stato ospitato l'Istituto Per i Servizi Commerciali “Racioppi”. «Si tratta di una nuova sede adatta ed idonea alle nostre aspettative – spiega il Dirigente Scolastico del “Pasolini” Prof. Giovanni Latrofa – dal punto di vista logistico questo di Via Anzio è un ottimo plesso scolastico che ci darà la possibilità di crescere ulteriormente come Istituto che vuole ben integrarsi nel tessuto cittadino, migliorando i servizi. Dal punto di vista affettivo ci spiace lasciare la sede storica del Seminario di Macchia Giocoli che, in verità, qualche volta ha dato origine a dei “rumors” cittadini per la sua collocazione troppo periferica ma accogliamo con serenità e soddisfazione la nuova sede che sono sicuro ci darà la possibilità di svolgere nel migliore dei modi le attività formative e quelle extracurriculari». E' stato un anno molto impegnativo per il Liceo “Pasolini” che, oltre a proseguire con costanza e perseveranza la propria offerta didattica migliorandola ove possibile, ha realizzato una serie di iniziative ludiche, culturali e di socializzazione che collocate anche nell'abito del “Decennale” del Liceo, hanno  voluto ben rappresentare il percorso  compiuto dall'Istituto  all'interno  della comunità cittadina.  «E' stato un anno molto intenso – conferma il Preside Latrofa – il piano dell'offerta formativa si è accresciuto insieme alle attività extracurriculari e progettuali, le quali tutte insieme hanno messo in risalto il buon grado di apprendimento dei nostri studenti, sia della sede di Potenza che del plesso distaccato di Laurenzana. Buoni risultati sono stati ottenuti anche sul piano delle iscrizioni, a dimostrazione di una crescita costante». Il Progetto Educativo “Italia Nostra, le pietre ed i cittadini”, il Progetto Educativo “Antimafia” organizzato dal “Centro Studi Pio la Torre” di Palermo, le varie Olimpiadi di Matematica, Scienze ed Informatica (una ragazza del “Pasolini”, Gaia Villani,  si è qualificata proprio per le fasi finali mazionali delle Olimpiadi di Informatica in programma vicino Bologna il 17-18 settembre) ed i Giochi di Anacleto, hanno visto i ragazzi del “Pasolini”  interpreti coscienziosi e determinati. Per quanto concerne le prospettive future, il Dirigente Scolastico Latrofa fornisce alcune anticipazioni. «Oltre alla novità della nuova sede di Via Anzio – conclude  il Preside – il prossimo anno scolastico vedrà il “Pasolini” impegnato con un protocollo di intesa con il Crob di Rionero in Vulture alla scopo di approfondire il tema della prevenzione contro le patologie tumorali. Svilupperemo un servizio psicologico con un professionista del settore ed implementeremo ulteriori iniziative che prevederanno la partecipazione di magistrati, avvocati, polizia postale su temi delicati quali il cyberbullismo. Infine dal momento che il nuovo plesso prevede anche una palestra regolamentare e ben organizzata svilupperemo una serie di attività complementari all'educazione fisica».

Il Responsabile Area Comunicazione - Mario Latronico