Rionero bragantaggio1

"Briganti o migranti", l'evento promosso dalla Pro Loco di Rionero in collaborazione con Comune di Rionero in Vulture, Regione Basilicata, Apt Basilicata e Museo del Brigantaggio non vuole essere un evento di valorizzazione del brigantaggio post unitario, bensì un'occasione di riflessione sulla storia che fa parte della nostra Italia. Un'Italia che oggi (come allora) non è riuscita ancora a superare il divario nord e sud.

Il 13, 14 e 15 Ottobre si aprirà nuovamente il sipario sullo studio del fenomeno affinché il Museo del Brigantaggio in primis diventi centro studi e punto di riferimento per le nuove generazioni che vorranno studiarne il fenomeno.
Questo è l'obbiettivo principale della Pro Loco di Rionero: far appassionare al brigantaggio in maniera sana e non romanzesca, affinché si parli del fenomeno storico con cognizione di causa. “Briganti o Migranti” alzerà aprirà i battenti venerdì 13 con il workshop di Massimo Carulli, fumettista abruzzese autore di “Abbasso Lega Nord”, volume interamente ambientato in Basilicata e che racconta il fenomeno del brigantaggio da un’altra atipica prospettiva. La serata proseguirà con lo spettacolo narrato “Chi vive” di Massimo Fanciulli e il Concerto gratuito dei “Terra Nostra Folk”. Le giornate del 14 e 15 Settembre saranno invece interamente dedicate alla rievocazione storica e agli avvincenti percorsi: quello storico, che si snoderà lungo tutto il centro storico di Rionero (Rione Costa) e che vedrà la partecipazione di circa cento figuranti, e quello enogastronomico nel Giardino di Palazzo Fortunato, che vedrà la preparazione di piatti della tradizione rionerese accuratamente studiati per l’evento.