castronuovo

 

E’ un artista in senso lato Rosario Castronuovo, lucano “emigrato” in Emilia Romagna, ma non per bisogno. Ha scoperto a tarda età una spettacolare vena artistica che si esplicita nella pittura e nella poesia, ultimamente s’è cimentato, con ottimi risultati, con la narrativa.
Rosario è figlio del Sud, e della gente del Sud ha conservato la dignità e l’amore smisurato verso la sua terra d’origine. Fino a 40 anni ha vissuto nella sua Teana, trasferitosi a Fiorano, in provincia di Modena, ha iniziato una intensa vita artistica, ha cominciato a pubblicare volumetti di poesie ottenendo lusinghieri risultati ai concorsi a cui hapartecipato.
Nell’aprile dell’anno scorso è stato pubblicato “Il paese di paglia”, Rupe Mutevole Edizioni, è un languido ed appassionante racconto ambientato in uno dei piccoli paesi dell’entroterra lucano, Rosario non lo nomina mai ma è evidente che le storie sono ambientate nella “sua” Teana.
(continua sul numero di Controsenso Basilicata in distribuzione da sabato 29 agosto)