espianto opt

Sono stati espiantati, grazie alla generosa disponibilità della famiglia, gli organi di Marinetta Spennacchio, la 68enne di Lavello investita il 5 luglio scorso a Matera, città in cui viveva da sempre.

La scorsa notte, dopo che era terminato il periodo di osservazione previsto dopo la constatazione dell morte clinica, hanno effettuato l'espianto le equipe dei Policlinici di Ancona (fegato) e di Bari (reni) dove gli organi sono stati trapiantati nel corso della giornata di ieri, restituendo a una vita migliore due pazienti affetti da gravi patologie. Nell'autorizzare l'espianto, il giudice ha richiesto l'esecuzione di rilievi fotogrammetrici sul corpo della donna, da utilizzare eventualmente nel prosieguo dell'attività istruttoria del procedimento penale, che ora è rubricato come omicidio stradale. La donna era stata trasferita da Matera a Potenza per essere sottoposta a intervento neurochirurgico per l'asportazione del massiccio ematoma cerebrale prodotto dall'investimento e si è spenta nel pomeriggio del 10 luglio.