grieco_m.jpg

 

Revocato il divieto di dimora per il sindaco di Paterno Michele Grieco. Lo ha reso noto l’interessato tramite un post su Facebook, in cui si legge: «Su sollecitazione del proprio difensore, in data 29 aprile 2017, il GIP del Tribunale di Potenza, previo parere favorevole del Pubblico Ministero, ha revocato l’Ordinanza di divieto di dimora emessa in data 25 gennaio 2017.


Dalla documentazione prodotta in difesa del sottoscritto è emerso con evidenza che i fatti contestati sono riconducibili a normali procedimenti amministrativi.
L’amministrazione comunale di Paterno in tutti i suoi provvedimenti ha sempre messo e continua a mettere in primo piano l’interesse pubblico per la propria Comunità. (…) Si è fatto così un primo passo verso la verità dei fatti, dai quali , a conclusione dell’intera vicenda giudiziaria emergerà con chiarezza che nei comportamenti contestati non c’è alcun abuso, nessuna costrizione e nessuna utilità a proprio vantaggio.(…) Se infine si vuol fare una riflessione sul momento in cui arriva questo provvedimento (1 maggio – festa del lavoro), sembra che il caso, la sorte, o altra forza soprannaturale abbia voluto premiare persone che nella loro vita si sono dedicate sempre al lavoro, mettendo la loro operosità a servizio degli altri
». Al sindaco era stata contestata una condotta di concussione ai danni del legale rappresentante della cooperativa Iskra che gestisce la struttura di accoglienza di minori non accompagnati sita in Paterno e denominata "Casa dei Colori".