casadonne

“Una struttura importante che mancava nella Basilicata del sud e grazie alla quale abbiamo coperto un oggettivo deficit. Questo deriva da un grande lavoro della Giunta e dall’attenzione del Presidente Marcello Pittella su questo specifico argomento”.

Lo ha dichiarato l’assessore regionale alle Politiche della Persona, Flavia Franconi, intervenendo a Latronico alla presentazione della ‘Casa delle Stelle’, un punto di riferimento importante per le donne vittime di violenza. La struttura, che si trova nel Parco Nazionale del Pollino, in Basilicata, è stata realizzata nell’ambito del piano regionale di prevenzione e contrasto alla violenza di genere, per un progetto curato dall’associazione Obiettivo Il Sorriso che gestirà la struttura e che ha lavorato, in questi anni, alla sua realizzazione in collaborazione con il Comune che ospita e con la Regione Basilicata. L'obiettivo è quello di prendersi cura delle donne vittime di violenza e dei loro figli, aiutarle, stando loro vicini da un punto di vista psicologico e psicoterapeutico e dare loro, alla fine di un percorso, una indipendenza economica in grado di fare loro riacquistare la propria autonomia. “Questa iniziativa rientra a pieno titolo in una strategia ben precisa, che molto presto - ha annunciato l'assessore Franconi - verrà ulteriormente implementata con la sottoscrizione del protocollo contro la tratta delle donne migranti. In questo modo, siamo certi di andare incontro alla sensibilità delle donne e degli uomini di tutta la regione”. Il progetto è stato inaugurato alla presenza della sottosegretaria alla presidenza del Consiglio, con delega alle Pari Opportunità, Maria Elena Boschi che, negli ultimi mesi, ha lavorato in stretta collaborazione con la Regione Basilicata per l’attivazione della struttura. Era presente anche Ivana Pipponzi, consigliera regionale di parità.