carab

Prosegue, senza soluzione di continuità, l’attività di prevenzione e repressione posta in essere dai Carabinieri della Compagnia di Venosa (PZ), alla guida del Capitano Alessandro Vergine, che a conclusione di attività d’indagine hanno deferito in stato di libertà, alla competente autorità giudiziaria, tre persone, per i reati di furto e ricettazione.

Le attività di accertamento e riscontro svolte dai militari, infatti, avrebbero consentito di identificare un pregiudicato 35enne del posto quale autore del furto di un telefono cellulare e di un navigatore satellitare, asportati in Lavello il 5 marzo u.s. dall’interno di un’autovettura parcheggiata su pubblica via. Successive perquisizioni presso le abitazioni di un 19enne e un 21enne, entrambi di origine rumena, individuati quali acquirenti dei predetti beni dall’autore del furto, avrebbero inoltre consentito di recuperare la refurtiva, riconsegnandola al legittimo proprietario. Alla luce di quanto emerso, pertanto, sono stati denunciati in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Potenza.