idvrosella
Vogliamo perdere deputati anche in Basilicata? E’ la domanda che faccio innanzitutto ai dirigenti del Pd e a tutti quelli dei partiti del vecchio e nuovo centrosinistra dopo la proiezione elaborata da Quorum/YouTrend, in applicazione del Rosatellum, pubblicata oggi da La Repubblica che considera a rischio per il centrosinistra senza Mpd alcuni collegi tra cui quelli della Basilicata.

Ad affermarlo è il segretario regionale di Italia dei Valori Basilicata Angelo Rosella che aggiunge: è giunto il tempo della responsabilità per evitare di consegnare il Paese al trio Berlusconi-Salvini-Meloni con i pericoli rappresentati dalle spinte di divisione e il ritorno al passato. Per questo il Pd deve riconoscere il valore aggiunto sempre più decisivo rappresentato dagli alleati storici, quali IdV, e dell’area di centro moderata, convincendosi una volta per tutte che non può considerarsi autosufficiente per battere centrodestra e M5S. Noi abbiamo da tempo lanciato la proposta politica di un nuovo Ulivo, capace di tenere dentro tutte le sensibilità di centrosinistra e vogliamo essere propositivi per costruire il Paese che tutti vogliamo e vogliamo togliere gli alibi e dare una opportunità alla nostra parte politica, quel centro sinistra al quale ci sentiamo di appartenere, che non riesce a trovare la strada per riprendere un cammino che solo due volte lo ha portato al buon governo del Paese con Romano Prodi: un centro sinistra UNITO sotto il simbolo dell’ULIVO. Un centro sinistra che purtroppo, oggi, dice di volersi unire e invece si divide anche a causa di posizioni pregiudiziali e ingiustificati della sinistra. Si rifletta – dice Rosella – sui dati diffusi oggi perché basta un 5% in più o in meno per decretare anche nella nostra regione la sconfitta elettorale del centrosinistra e si condivida la scelta del candidato comune nei collegi con le caratteristiche dell’autorevolezza, dell’impegno politico e civico, della rappresentanza di comunità locali. La sinistra torni al tavolo del confronto con un atteggiamento di ragionevolezza.