aldo mattia coldiretti roma

Si è ufficialmente insediato ieri mattina a Potenza, nella sede regionale di Coldiretti Basilicata, il nuovo direttore regionale della federazione regionale.

Si tratta di Aldo Mattia, sessantenne, nato a Frosinone, da tanti anni all’interno della Coldiretti, rivestendo importanti incarichi come direttore provinciale a Pescara e Grosseto, per poi assumere il ruolo di direttore regionale della Coldiretti Sardegna, della Coldiretti Sicilia e infine della Coldiretti Lazio.

Attualmente - spiega una nota - è dirigente della CCIAA di Roma e presidente dell’Azienda Romana Mercati, ente speciale della Camera di Commercio di Roma. Subentra a Francesco Manzari che continuerà il suo impegno in Basilicata come direttore provinciale a Matera. Al passaggio di consegne era presente il consiglio regionale di Coldiretti Basilicata e il dirigente confederale, Antonio Biso. “Inizio questa importante avventura con grande entusiasmo – ha sottolineato Mattia – in una regione che in particolar modo negli ultimi anni sta emergendo anche sotto la spinta del turismo, grazie anche alla nomina di Matera a capitale europea della cultura. I primi problemi da affrontare è necessario aggredire le emergenze, cominciando dalla crisi idrica, per continuare poi con i danni provocati dalla fauna selvatica”. Quanto alle prossime attività, Mattia ha sottolineato la volontà di “ organizzare sul territorio le attività progettuali che da anni Coldiretti porta avanti e che possiamo e dobbiamo ulteriormente sviluppare in questa bella regione”. E’ toccato al presidente regionale di Coldiretti, Piergiorgio Quarto, presentare Mattia, “un direttore di grande esperienza che saprà rafforzare – ha sottolineato – il lavoro sul territorio portato avanti in questi anni da Manzari”, per il quale non sono mancati attestazioni di stima per il lavoro svolto e “per aver contribuito al percorso di costruzione di una nuova agricoltura che sceglie di investire il proprio futuro un numero sempre crescente di giovani”.