CovielloDeLucaSpera

Si è parlato della “Gestione rifiuti passata, presente e futura”, nella conferenza che si è tenuta questa mattina presso il Palazzo di Città, presenti il Sindaco De Luca, l’Assessore all’Ambiente Rocco Coviello e l’Ing. Spera, amministratore unico, e presidente del cda, di Acta Spa.

Durante l’incontro con la stampa, innanzitutto, è stato annunciato che prenderà il via il prossimo 24 luglio, la raccolta differenziata dei rifiuti anche per i residenti degli edifici che insistono sulla parte bassa di due delle principali arterie viarie cittadine, viale Marconi e via Vaccaro.
Dati alla mano, l’Assessore Coviello, ha ragguagliato sui numeri finora ottenuti: la raccolta differenziata ha raggiunto una percentuale del 53%, che è un dato assolutamente positivo, considerando che si partiva da un valore di 16,90%.
“Nel mese di giugno il conferimento in discarica è stato sotto le 1000 tonnellate al mese, il dato relativo all’anno 2016, nello stesso mese, 1899 tonnellate. Si tratta di numeri importanti, se si tiene conto che il risparmio è di 300 euro a tonnellate: con questo trend si viaggia sul valore di 300mila euro al mese in meno”, ha affermato Coviello.
Sul tavolo dei lavori, anche il premio ricevuto dal Comune di Potenza come “Miglior Start Up 2017”, a dimostrazione che i risultati della raccolta differenziata cittadina sono evidenti, confrontati con i dati delle altre città italiane.
“Sono certo che raggiungeremo l'obiettivo di legge del 65% di differenziata entro fine anno. Guardando le foto del prima e del dopo, il nostro livello di soddisfazione è molto alto. Siamo un’amministrazione comunale, la gente paga le tasse per avere dei servizi; troppo spesso si fanno voli pindarici e progetti faraonici, invece sono le piccole cose (la pulizia delle strade, il ritiro e i bidoni) ad essere fondamentali”, ha ribadito Coviello, concludendo il suo intervento.
È stato poi l’ing. Roberto Spera a chiarire la situazione ACTA: “Siamo ambiziosi, vogliamo raggiungere parametri mai raggiunti da questa città, standard che impone la legge. Al mio arrivo si parlava della necessità di assumere 54 persone per chiudere la raccolta differenziata, dal primo settembre ne avrò addirittura 4 in meno. e probabilmente poi la raccolta si avvicinerà al 70%”. Si è lavorato dunque sulle risorse dell'azienda, cercando di migliorare lo standard di qualità, inserendo peraltro il turno notturno, dopo aver chiuso un accordo con le sigle sindacali. In merito ai lavoratori, l’Ing Spera ha voluto sottolineare degli 8 ex Copes a costo zero per l’Azienda, in quanto retribuiti dalla Regione, aggiungendo che “l'ACTA non prenderà alcuna unità se non tramite concorso pubblico, per garantire la trasparenza. Le rivoluzioni si fanno lentamente - diceva Borsellino - ed è quello che stiamo facendo noi, passo dopo passo”
Durante la conferenza, il Sindaco De Luca ha risposto alle domande della stampa sulla visita che le forze dell’ordine hanno fatto presso gli Uffici dell’ACTA. “Da circa un mese, c’è stato un accesso della Polizia Giudiziaria negli uffici dell’ACTA: hanno chiesto di acquisire tutta una serie di documenti relativi alla precedente gestione (cioè prima di Spera) dell’azienda. Non sappiamo esattamente quali siano i risvolti, lo sapremo solo quando le indagini daranno il loro esito”.