rincaricremesolari

Basilicata e Puglia sono sempre più apprezzate dai cyber turisti, a livello mondiale.

E’ quanto emerso dai dati presentati da TripAdvisor nel corso del terzo evento “Nuove frontiere dell’ospitalità, dal web al new business” che si è tenuto a Bari, a cui ha preso parte il presidente della Sezione Turismo di Confindustria Basilicata, Francesco Garofalo. L’evento, organizzato da Associazione Italiana Confindustria Alberghi in collaborazione con Confindustria Bari e BAT, Confindustria Puglia, Confindustria Basilicata e TripAdvisor era rivolto agli operatori del settore alberghiero della Puglia e della Basilicata. Ne è emerso che le due regioni sono valutate molto positivamente, in particolare gli alloggi ottengono un punteggio medio rispettivamente di 4,38 e 4,28. Un risultato importante, se si considera che la scala di valori si esprime sempre da 1 a 5. Matera e Lecce, le destinazioni regionali più gettonate, ottengono sull’accomodation un giudizio di 4,38 e 4,34. “Per la Basilicata - ha dichiarato Francesco Garofalo, presidente della Sezione Turismo di Confindustria Basilicata - vi sono ancora significative potenzialità da valorizzare e, anche grazie all’effetto traino esercitato da Matera, Capitale Europea della Cultura per il 2019, siamo convinti di poter migliorarci nel corrispondere alle aspettative di quanti vorranno conoscere la nostra terra”. Come non essere d’accordo con il buon Garofalo, al quale, tuttavia, ci sentiamo di segnalare quanto accaduto a chi scrive nella giornata di domenica scorsa. Si è trattato della più classica delle domeniche al mare a Metaponto Lido (tappa quasi obbligata per i Potentini dediti al turismo balneare “mordi e fuggi”). Una volta sul posto, però, ci si è accorti dell’assenza, imperdonabile, della crema solare nella borsa: si trattava del “primo sole” e quindi era più che mai opportuno non prendere “scottature”. Tuttavia, una volta entrati in un esercizio commerciale locale, la “scottatura” c’è stata eccome, ben DIECI EURO per una confezione! E pensare, che appena entrati, avevamo assistito alle proteste di un giovanissimo cliente (probabilmente pugliese) che lamentava l’acquisto in loco di un costume da bagno a suo dire troppo esoso. Un attimo dopo, però, anche a noi toccava un esborso spropositato. Essì, perché la stessa identica crema solare a Potenza costa EURO 4,25. Noi abbiamo comprato un prodotto solo, ma a questo punto è lecito domandarsi quanto costino gli altri. E qui si ripropone un tema già lambito a proposito del discorso più generale di Matera 2019: un piccolo rincaro “turistico” ci sta, va bene anche l’ “effetto traino” delle Capitale della Cultura (come dice Garofalo), ma occhio a non buttarsi sui turisti come le cavallette. Esaurita la curiosità del momento, potrebbero non tornare più.