parcheggiselvaggi

La vivibilità in alcune strade di Potenza viene soffocata dalla massiccia presenza di automobili: via Ariosto è una di queste, l’esigenza di avere un parcheggio nei pressi della propria abitazione induce molti cittadini a lasciare l’auto dove capita incuranti dei disagi arrecati al libero transito di altre auto e dei pedoni.

Via Ariosto è una strada lunga meno di 200 metri, in pratica una traversa di viale Marconi che si imbocca all’altezza dello stadio Viviani, tutta a senso unico, 4 fabbricati in tutto ma circondati da altri fabbricati e molto stretta. La densità abitativa da queste parti è molto alta e la mancanza di parcheggi crea molti problemi tant’è che questa spiacevole situazione ha indotto un nostro lettore a segnale la condizione di grave disagio in cui si vive in questa zona, a patire più degli altri sono le tante persone anziane che vivono in via Ariosto. Le tante auto parcheggiate fuori dagli spazi consentiti (ma non adeguatamente segnalati) spesso impediscono l’accesso ai garage privati presenti in alcuni edifici per cui più volte è stato chiesto l’intervento della Polizia Locale, ma dopo alcuni controlli un ufficiale ha fatto sapere che per poter eventualmente sanzionare chi parcheggia irregolarmente bisogna posizionare la opportuna segnaletica stradale attualmente mancante; ma a farsi un giro lungo via Ariosto ci si accorge che il Codice della Strada viene violato palesemente senza che ci sia bisogno di un segnale stradale (auto in sosta sui marciapiedi o distanza irregolare dall’intersezione con altre strade). Per far presente la situazione di disagio e pericolo sono stati contattati alcuni consiglieri comunali e l’Assessore alla Mobilità, è stato chiesto di adoperarsi affinché l’ufficio Mobilità si adoperi per far posizionare i segnali stradali in modo da evitare la sosta selvaggia e consentire alla Polizia Locale di intervenire nei confronti dei trasgressori e tutelare coloro che sono vittime dell’utilizzo scriteriato di quella strada pubblica. L’interlocuzione con i rappresentanti del popolo in seno all’Amministrazione Comunale finora non sembra aver portato ad alcun risultato, non c’è stato l’auspicato sopralluogo dei tecnici, come avevano ripetutamente assicurato, per valutare la situazione per poi posizionare la segnaletica ritenuta idonea a disciplinare il transito e la sosta in via Ariosto. La situazione si è ulteriormente aggravata a causa dei lavori di ristrutturazione di un fabbricato che sono iniziati in questi giorni con il montaggio delle impalcature che il Comune ha autorizzato attraverso l’ordinanza 220 del 1° giugno 2017, in base alla quale viene realizzato un restringimento di carreggiata e venie recintata una superficie stradale di circa 40 metri quadri da destinare ad area di cantiere e che sottrae fino al 28 ottobre prossimo alcuni parcheggi ai residenti. La carreggiata ristretta, il passaggio di mezzi pesanti che sono impegnati nel lavoro di ristrutturazione del fabbricato e il continuo ricorso al parcheggio selvaggio, saranno un mix micidiale per coloro che vorrebbero utilizzare i propri garage ubicati al piano terra del fabbricato in cui abitano. Un primo “assaggio” delle problematiche con cui dovranno convivere i residenti di via Ariosto, ma anche della parallela via Torricelli, si è avuto qualche giorno fa quando un’ambulanza chiamata per un soccorso è rimasta imprigionata per qualche minuto a causa della sosta selvaggia di diverse auto. Bisogna aspettare che succeda qualcosa di tragico per indurre chi di competenza a ristabilire la legalità in via Ariosto?