elezioniamm

“Auguri ed in bocca al lupo ai nuovi sindaci dei Comuni lucani. Amministrare è compito avvincente quanto complesso. Impegniamoci tutti, in un'unica grande squadra, nell'ascolto delle persone e a favore delle comunità”. E’ questo il messaggio di buon lavoro che il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, ha rivolto questa mattina ai nuovi sindaci, attraverso la sua pagina facebook.

 

"Buona l'aria che si respira oggi in Basilicata dopo le elezioni di domenica. Per i socialisti lucani, il lavoro serio, onesto, fatto di fatiche quotidiane degli amministratori lucani, alla fine viene riconosciuto dagli elettori. Gli elettori scelgono sempre bene, bisogna sempre ricordarselo.

Alle parole vuote e alle suggestioni pruriginose di chi non ha cultura di governo e che, anzi, preferisce starne lontano, l'elettore lucano preferisce i fatti e la concretezza della buona amministrazione di tante persone appassionate che in Basilicata continuano a ispirarsi ai valori e alla Bussola Socialista che è un perno importante della coalizione di centrosinistra". Lo dichiara Livio Valvano, segretario regionale del partito Socialista.
"Ad Albano di Lucania e a Rapolla - aggiunge - i sindaci socialisti Rocco Guarino e Biagio Cristofaro brillano per serietà, passione e amore per le loro comunità e quindi per la Basilicata. Insieme a loro i tanti amministratori eletti nelle liste degli altri comuni, a partire da Marsico Nuovo dove si è consumato un difficile confronto che alla fine ha trovato nei due eletti socialisti Giovanni Votta e Giovina Castaldo il perno determinante per la vittoria della coalizione, poi a Ruoti, Bella, Senise, Episcopia e gli altri Comuni, saranno un punto di riferimento prezioso per i cittadini lucani".

 

"Il successo a Senise della lista “Bene Comune” con l’elezione storica di una donna, Maria Spagnuolo, è la testimonianza che quando il centrosinistra si ritrova intorno ad un progetto di valori comuni è riconosciuto dagli elettori e ottiene i consensi per governare".
E’ il commento del segretario regionale di Italia dei Valori Angelo Rosella che sottolinea "il contributo dato da IdV e dai sui candidati con il rammarico perché solo per 10 voti non è stato eletto un consigliere di Idv, ringraziando gli elettori per la fiducia e i candidati e i militanti del partito per l’impegno profuso con la passione dell’attaccamento al “bene paese”.
Il partito – aggiunge Rosella – dall’esterno del consiglio sosterrà il programma di Spagnuolo alla quale non farà mancare il proprio contributo di idee, proposte, suggerimenti. I dati diffusi oggi dall’Istat sul tasso occupazionale nei 14 sistemi locali della nostra regione confermano che la priorità per Senise e il Senisese, con il tasso di occupazione più basso in assoluto tra i 14 sistemi locali, è l’emergenza lavoro. Per questo – dice il segretario di Idv- confidiamo nel ruolo che saprà svolgere la nuova Amministrazione chiamata a dare una svolta alle azioni messe in campo, tra luci ed ombre e in verità più ombre che luci, dal Programma Speciale Senise.
Dunque – continua Rosella – il risultato di Senise è un messaggio al centrosinistra regionale per ritrovare le ragioni dello stare insieme. Solo il coinvolgimento di tutte le forze progressiste potrà dare più “smalto progressista” alla Giunta Pittella. E noi intendiamo continuare a svolgere il ruolo di stimolatori di un rinnovato centrosinistra.
Le elezioni inoltre ci inducono a riflettere sul fenomeno crescente di diserzione dal voto a Senise di più di 4 cittadini su 10 per accrescere ogni attività che superi la sfiducia nella politica e nelle istituzioni e riporti gli elettori alle urna. Sempre di più prevale la rabbia e la rassegnazione e i social diventano lo sfogatoio del disagio sociale. Noi vogliamo essere propositivi per costruire il Paese che tutti vogliamo e vogliamo togliere gli alibi e dare una opportunità alla nostra parte politica, quel centro sinistra al quale ci sentiamo di appartenere, che non riesce a trovare la strada per riprendere un cammino che solo due volte lo ha portato al buon governo del Paese con Romano Prodi: un centro sinistra UNITO sotto il simbolo dell’ULIVO. Un centro sinistra che purtroppo, oggi, dice di volersi unire e invece si divide. Ma il voto delle comunali – conclude il segretario IdV - induce ad ottimismo perché il centro sinistra dimostra di essere vincente quando al Palazzo preferisce la piazza e la partecipazione popolare".

 

 

Il responsabile organizzativo provinciale di Articolo Uno- Movimento Democratico e Progressista- di Potenza, Antonello MOLINARI, ha rilasciato la seguente dichiarazione:
“Il voto popolare va sempre rispettato e interpretato correttamente. Perciò preliminarmente rivolgo un sincero augurio di buon lavoro a tutti i Sindaci e consiglieri comunali eletti nella tornata elettorale di ieri, formulando l’auspicio che, con efficaci azioni di buongoverno, sappiano tutelare il bene comune e rappresentare al meglio le istanze delle comunità che hanno dato loro fiducia.
La lezione politica del voto amministrativo non si presta ad equivoci ed indica in tutta Italia la sconfitta del M5S, la ripresa competitiva del centrodestra e la sottolineatura che quando il centrosinistra si presenta unito e con candidati credibili e radicati nel territorio riesce ad interpretare i bisogni e le aspettative della maggioranza degli elettori.
Nella provincia di Potenza, pur in una fase embrionale, Articolo Uno- MDP- è riuscita ad esprimere diversi eletti concorrendo all’affermazione di liste innovative e progressiste che, sotto le bandiere del civismo, in vari comuni hanno nettamente sconfitto coalizioni di centrodestra o spurie.
L’esito elettorale amministrativo, in sintonia con la netta affermazione del No al Referendum Costituzionale anche nelle realtà comunali più sensibili e prossime all’influenza dei principali esponenti del Pd lucano, conferma la miopia, il corto respiro ed il deficit di lucidità strategica di quanti continuano a perseguire l’utile particolare nella sventura generale di una regione che continua ad essere dilaniata da gravi problemi riguardanti la carenza di prospettive occupazionali, la salvaguardia ambientale e la tutela della salute pubblica.
Articolo Uno- Movimento Democratico e Progressista, confortato dall’esito di questo suo primo test elettorale, intensificherà nelle prossime settimane l’azione per radicarsi sempre più nel territorio della provincia di Potenza ed offrire ai cittadini una proposta politica in grado di intercettare le esigenze di cambiamento e di stimolare la partecipazione attiva alla politica di quelle persone che, negli ultimi anni, si sono allontanati da essa a causa degli spettacoli poco edificanti che ha dato, soprattutto in Basilicata.”

 

 

“I risultati elettorali delle amministrative si caratterizzano per l'elezione di cinque Sindache. Un risultato non scontato, un risultato che rientra nel cammino di questa Regione nel verso del cambiamento”. Così la presidente della Commissione regionale Pari opportunità, Angela Blasi che aggiunge: “Sono sicura che le prime cittadine, a cui auguro buon lavoro, sapranno distinguersi per la volontà di confrontarsi e di amministrare al meglio il loro Comune. Auguri a Maria Rosa Spagnoli, sindaca di Senise; Maria Anna Falvella, sindaca di Calvello; Gelsomina Sassano, sindaca di Marsiconuovo ; Rossana Musacchio, sindaca di Maschito; Anna Scalise, sindaca di Ruoti”.