statuasangerardo

"Il mio grazie va a tutti i potentini ed ai lucani che hanno deciso di dedicare una parte del loro tempo per le proprie comunità. La politica prenda esempio e che questo impegno si trasformi sempre più da amore e passione per la propria terra a desiderio di spendersi nelle istituzioni"

"Anche quest'anno Potenza non ha deluso le aspettative. E' stata una festa patronale che ha saputo coinvolgere tutti: dai più piccoli ai più grandi, dai potentini tutti ai cittadini dell'intera regione e non solo, con un cartellone denso di appuntamenti che si arricchisce ogni anno di più". Queste le parole del consigliere regionale del Pd, Mario Polese, in merito ai festeggiamenti del Santo Patrono di Potenza.

"E' giusto sottolineare - continua Polese - che il Maggio potentino, che vede il culmine nelle giornate del 29 e 30 con la Storica Parata dei Turchi e la processione del Santo Patrono, San Gerardo, è stato possibile grazie al grande cuore di tutti i volontari delle tante associazioni che con tenacia e passione si schierano nelle prime file per dar lustro alla festa".

"E' importante continuare a valorizzare il loro lavoro - sottolinea il consigliere - che non si esaurisce in un solo mese ma che continua, giorno dopo giorno, accanto ai cittadini. Il compito della politica deve esser quello di camminare al loro fianco in modo sinergico, evitando invasioni di campo. Tutte le iniziative messe in campo durante la festa patronale di Potenza, come quelle realizzate dalle tante realtà associative e di promozione del territorio in Basilicata, non solo rafforzano le tradizioni e l'identità lucana, ma valorizzano il lavoro delle amministrazioni comunali e concorrono allo sviluppo economico regionale”.

"Il mio grazie quindi, - conclude Polese - va a tutti i potentini ed ai lucani che hanno deciso di dedicare una parte del loro tempo per le proprie comunità. La politica prenda esempio e che questo impegno si trasformi sempre più da amore e passione per la propria terra a desiderio di spendersi nelle istituzioni. Il mio impegno sara quello di non far mai mancare sostegno e fiducia, ma anche azioni concrete, come la legge sul recepimento del principio costituzionale di sussidiarietà, che consente un rapporto orizzontale e non poi gerarchico tra pubblica amministrazione e mondo del volontariato. E’, infatti, solo nei valori che quotidianamente voi testimoniate e diffondete che si può trovare il coraggio per fare buona politica oggi”.