parcogiochi1

Con l’avvento della bella stagione i potentini sono invogliati ad uscire di casa per frequentare parchi e giardini pubblici, stimolati da alcune segnalazioni dei nostri lettori che lamentano situazioni di degrado e mancanza di adeguati spazi a disposizione dei bambini, ci siamo fatti un giro fra i vari spazi presenti nei quartieri di Potenza.


Cominciamo dallo storico Parco di Montereale che quest’anno non è troppo frequentato a causa dei lavori di rifacimento del ponte. Sono in condizioni pietose i giochini vicino al monumento ai caduti.
Altro parco storico è la Villa di Santa Maria che un paio d’anni fa fu oggetto di lavori che hanno provveduto ad eliminare le piante a pericolo di caduta e a “restaurare” quelle esistenti. I giochi a disposizione dei bambini sono un po’ vecchiotti ma ancora utilizzabili.
Rimanendo nel centro della città sarà di nuovo a disposizione dei potentini la Villa del Prefetto, che riapre in occasione dei festeggiamenti in onore di San Gerardo dopo una lunga chiusura dovuta ad un cornicione del fabbricato della Provincia pericolante. C’è a disposizione dei ragazzi l’ex campo di tennis utilizzabile per giocare a calcetto.
Molto frequentato il Parco Baden Powell di Verderuolo, anch’esso di proprietà della Provincia e gestito da una cooperativa: striminzita la dotazione di giochi per bambini, ma ci sono due canestri che favoriscono l’aggregazione di molti appassionati di basket e non mancano le porte di un estemporaneo campo di calcio nel vasto piazzale. C’era la possibilità di dotare il parco di attrezzature ludiche da mettere a disposizione dei bambini disabili, ma il progetto presentato alla Fondazione del Sud non è stato finanziato.
Quello che attira più visitatori è il Parco dell’Europa Unita a Poggio Tre Galli: quest’anno i tanti bambini che frequentano l’area giochi potranno utilizzare le nuove attrezzature che hanno completamente sostituito quelle preesistenti,rimesso a nuovo anche il piccolo anfiteatro.
Il Parco Elisa Claps a Macchia Romana è diventato la casa di un cinghiale che scorrazza nel boschetto da circa un mese. I vandali si sono divertiti a devastare le aree picnic, anche l’area giochi è stata presa di mira e da qualche tempo la mini teleferica non è più funzionante, anche qui un po’ di sporcizia per rifiuti disseminati lungo i percorsi. Per quanto riguarda i parchi periferici la situazione non è idilliaca.
Il Parco Rossellino: i giochini per i bambini sono ormai obsoleti e ubicati all’interno dell’area del PalaPergola. Oltre alle aree verdi più consistenti in città esistono numerosi altri angoli adibiti a verde pubblico o a parco giochi per i bambini. Abbiamo provato a fare una sorta di censimento. A macchia di leopardo in città con il tempo sono stati realizzati piccoli spazi, in molti casi in mezzo ai palazzi, destinati ad ospitare un’area giochi e qualche panchina.
Al rione Santa Croce un rettangolo incastonato fra via Torraca e via Nicola Sole è stato adottato dai residenti che ne curano la manutenzione, contribuiscono a dotarlo di attrezzature e viene utilizzato per alcune manifestazioni di aggregazione degli abitanti del quartiere.
Stanno per essere ultimati i lavori di ristrutturazione dei giardinetti del Rione Francioso, dopo anni di degrado l’area sta per essere restituita ai residenti completa dei nuovi giochini per i bambini.
A Verderuolo in piazza Pisa c’è un’area di verde attrezzato dove gran parte delle attrezzature non è più utilizzabile a causa dell’usura e dell’azione dei vandali che hanno procurato seri danni ai giochi.
Quando venne rifatto il restyling di piazza don Bosco all’ingresso venne realizzata una piccola area destinata ai giochi dei bambini, poche panchine, due artistiche fontane, mai entrate in funzione ed utilizzate come ricettacolo di rifiuti. Gli abitanti reclamano che questi spazi vengano messi in sicurezza ed i giochi più usurati siano sostituiti. In via Tirreno è stato realizzato un bel parco giochi intitolato alla memoria di Mariele Ventre ma oggi parte delle attrezzature versa in pessime condizioni per cui andrebbero sostituite, anche la pulizia lascia a desiderare.
L’area di verde attrezzato al centro delle cooperative di Macchia Giocoli è poco utilizzata dagli abitanti del posto ed è in via di riqualificazione per quanto riguarda l’area giochi.
Concludiamo con Bucaletto. E’ un panorama in chiaroscuro con situazioni di degrado ed abbandono, ma con opere di riqualificazione appena fatte o in via ultimazione, con l’impegno da parte dell’assessore all’Ambiente Rocco Coviello di utilizzare le somme “risparmiate” dai lavori in corso per riqualificare o sistemare le aree verdi e le attrezzature dei parchigioco che ne hanno bisogno. Anche il Garante per l’infanzia della Regione Basilicata, Vincenzo Giuliano, è intervenuto per raccomandare al Sindaco De Luca di fare tutto il possibile affinché, con la chiusura delle scuole, i ragazzi che frequenteranno parchi, giardini ed aree verdi attrezzate, possano usufruirne nella massima sicurezza.

parchicittà2