portatoriRICOTTA

Maggio è alle porte e riprendono le tante attività dell’Associazione Culturale I Portatori del Santo, che quest’anno festeggia i suoi primi vent’anni.

Tra le iniziative che l’associazione ha più a cuore c’è senz’altro quella de “I Portatori a scuola”, giunta ormai alla decima edizione, in cui i volontari dell’associazione entrano nelle scuole dell’infanzia e primarie del capoluogo per trasferire alle nuove generazioni il senso di appartenenza alla comunità e raccontare loro il patrimonio artistico e tradizionale della città.
Il progetto, partito dieci anni fa con un piccolo libricino illustrato che veniva presentato ai bambini, è oggi il frutto di un lavoro in cui i volontari hanno voluto migliorare la proposta culturale, adeguando i linguaggi in
funzione dell'età del “piccolo pubblico” con tre tipologie di approccio didattico: ludico (infanzia, prima e seconda elementare) con il simpatico teatro dei burattini che racconta le figure del Santo Patrono di oggi, San Gerardo, e, dell’ormai “mis’ a pizz’ ” Sant’Aronzio, protettore fino al 1124, figurativo con il supporto di slide e immagini d’epoca e attuali della città (per le terze e quarte elementari) ed esplorativo (quarte e quinte elementari) con visite guidate nel Centro Storico della città alla scoperta dei tesori "nascosti" del patrimonio artistico culturale di Potenza, portando le scuole nella storia invece che la storia nelle scuole.
A tutti gli studenti, inoltre, viene raccontato e poi donato l’opuscolo illustrato “San Gerardo e la Storica Parata dei Turchi”, realizzato lo scorso anno in collaborazione con gli studenti e i docenti del Liceo Artistico di Potenza.
L’apprezzatissimo spettacolo di burattini, con i suoi personaggi realizzati a mano dagli associati, sarà quest’anno animato dalle voci del trio comico potentino “La Ricotta”, a cui va un sentito ringraziamento insieme agli amici di Radio Tour, che hanno voluto regalare ai bambini la loro inconfondibile simpatia.
Altra novità di quest’anno sarà la realizzazione, grazie alla collaborazione con la Scuola dell’Infanzia “Leonardo Sinisgalli”, di un laboratorio con pasta di sale e materiali di riciclo per la creazione di alcuni pezzi della “Storica Parata dei Turchi” che diventeranno una mostra.
Le attività sono cominciate il 26 aprile, nella scuola primaria “Luigi La Vista” e questi saranno i prossimi appuntamenti: 2 e 10 Maggio, scuola materna “L. Sinisgalli”; 4 maggio, scuola elementare “L. La Vista” e “Domiziano Viola”; 6 maggio presso la Scuola Materna Pollicinia e l’Istituto “Don Milani”, dove sono previsti incontri anche il 9, l’11 e il 16 maggio.
Tante altre date si stanno aggiungendo a queste già elencate. Ogni anno il progetto coinvolge circa 2000 bambini e i loro insegnanti. Almeno 5 istituti comprensivi - che l’associazione coglie l’occasione per ringraziare - aderiscono all’iniziativa.
Negli ultimi anni, il progetto, inoltre, viene riproposto - opportunamente calibrato - anche in contesti differenti: i Portatori del Santo portano infatti allegria e condivisione della festa anche in alcuni reparti dell’Ospedale San Carlo (pediatria e hospice, in quest’ultimo caso collaborazione con la Onlus Amici dell’Hospice) e in alcune strutture che ospitano pazienti con patologie psichiatriche.

 

foto: profilo FB 'Portatori del Santo'