matera9

Sembrano essere caduti nel dimenticatoio i lavori di riqualificazione del Parco integrato del rione Serra Rifusa, nella periferia nord della città di Matera.

La zona è in completo abbandono ed in preda ai vandali. All’entusiasmo di qualche anno fa, quando l'Unità di Verifica degli Investimenti Pubblici (Uver) aveva dato il via libera all'uso dei fondi derivanti dal Pisus (Programma integrato di sviluppo urbano)per il completamento dei lavori al parco di Serra Rifusa,si è sostituito un sentimento di sfiducia nei cittadini che vedono degrado ovunque. Al momento per il parco integrato di serra Rifusa non c’è nessuno stato di avanzamento lavori se si eccettuano quelli di una struttura satellite del parco cioè uno stabile in costruzione che dovrebbe ospitare un ristorante e degli spazi alberghieri. Il resto è un’area indistinta caratterizzata da erbaccia, strutture cadenti e vandalizzate.“Le strutture del parco -afferma piccata una giovane e graziosa donna che risiede in zona- sono in abbandono da anni ed è tutto fermo. Passo di qui ogni giorno e l’unica cosa che ho visto di recente è la costruzione del tetto in legno della struttura ricettiva.Tutto intorno è uno scempio,strutture che cadono a pezzi,arrugginite, terreno ideale per lo sfogo dei vandali. Del parco che tutti aspettiamo da anni nemmeno l’ombra, solo erba che ha finito per inghiottire l’originaria piscina e gli spazi di gioco”.Qualche anno fa il Comune sotto la guida di Adduce aveva annunciato di utilizzare i3 milioni e 600 mila euro dei Pisu per di riprendere i lavori iniziati nel 2011 e sospesi nel 2013 a causa di problemi riguardanti l'azienda titolare del cantiere. Sembrava di essere giunti davvero all'epilogo della lunga storia della struttura sportiva di Serra Rifusa. Sedici ettari di parco comprendenti spazi da adibire ad attività sportive e di intrattenimento, che sarebbero dovuti diventare il fiore all'occhiello della città, ma che, in realtà, non sono mai stati inaugurati diventando un monumento al degrado cittadino.La struttura, che da fiore all’occhiello della periferia Nord di Matera negli anni si è trasformata in paradiso dei vandali e ossessione dei residenti,doveva essere riqualificata per la terza volta, tra l’altro dopo due appalti annullati dal Tar, senza mai essere stata inaugurata. E invece nulla,tutto è fermo. Una vera e propria odissea quella del parco,iniziata nei primi anni ’90 e non ancora conclusa perché sembra che gli spazi di Matera2019 siano concentrati solo nel centro storico. La periferia può attendere.