volontariato

Comincia un nuovo biennio di lavoro per Ame-Rete Potenza, la rete di associazioni di volontariato potentine, nata nel 2007 e che rinnova il suo impegno per l’affermazione di una cultura dell’accoglienza e della fratellanza nel tessuto cittadino e per favorire la partecipazione dei cittadini ad iniziative per la riscoperta e riqualificazione, anche il senso sociale, dei luoghi della città.

Il progetto, sostenuto da Fondazione CON IL SUD con il supporto del CSV Basilicata, vede il coinvolgimento di sette associazioni di volontariato cittadine: CILAP EAPN Basilicata (capofila del progetto), Gruppo di Volontariato Solidarietà (GVS), Centro Animazione Culturale Antonio Aristide (CEACA), AVIS Comunale di Potenza, ANOLF Basilicata, Optì Pobà e Associazione IRFEDI onlus.
Anche per quest’anno, la rete lavorerà su due ambiti: Città dell’Accoglienza, con iniziative di inclusione sociale dedicate agli stranieri e “Città della Partecipazione” con la realizzazione di attività in grado di coinvolgere i cittadini e accompagnarli a vivere e rivivere la città, gli spazi pubblici e le dinamiche di socializzazione.
Sulla scorta della sua decennale esperienza, sta prendendo vita il nuovo palinsesto dell’ormai consolidato evento Le Vie della Pace – giunto alla sua quarta edizione - che, attraverso linguaggi differenti – cinema, teatro, gioco, musica, laboratori – favorisce la conoscenza, l’incontro e lo scambio tra culture differenti e la loro integrazione nella vita potentina.
Sempre nell’ambito della Città dell’Accoglienza, è già cominciato giovedì 30 marzo il Corso di Italiano per Stranieri, tenuto presso la Parrocchia di SS. Anna e Gioacchino (viale Dante – Potenza) nelle giornate del lunedì e giovedì. Gli orari sono 16.00-17.30 per i bambini e 17.30-19.00 adulti.
Il 20 Giugno, invece, durante la festa di quartiere di Rione Libertà si terrà il “Dialogo tra religioni”, momento di dialogo e confronto tra persone di fedi religiose differenti, coordinato da Vito Telesca, Presidente CILAP.
Per le iniziative della “Città della Partecipazione”, invece, il primo appuntamento è per il 23 Giugno con “Pedagogia della strada” con Cesare Moreno, Presidente della onlus Maestri di Strada, che vede impegnati insegnanti ed educatori nella lotta alla dispersione scolastica. Con Cesare Moreno si affronterà il tema del far cultura come elemento straordinario di inclusione e di lotta a ogni forma di emarginazione, specie sul versante delle infanzie e dell'adolescenza, scambiando pratiche su come attivare processi partecipativi di strada.

Il progetto complessivo, oltre ai momenti di sensibilizzazione e di promozione di pratiche partecipative, prevede l'attivazione di 5 sportelli e di percorsi per l'acquisizione di competenze lavorative da parte degli stranieri, oltre a una significativa implementazione della Biblioteca dei Popoli “Malala”.