LIna Bonomo2

Aiuti alle famiglie con bambini fino ai tre anni. Un avviso pubblico, adottato dalla giunta regionale, su proposta dell’assessore alle Politiche della Persona, Flavia Franconi, sosterrà con buoni-servizio le spese affrontate dalle famiglie per fruire dei servizi socioeducativi destinati alla prima infanzia nell’anno scolastico 2016/2017. I fondi disponibili ammontano a un milione di euro, a valere sulle risorse del Po Fse Basilicata 2014-2020.

“E’ la risposta che ci aspettavamo alle nostre sollecitazioni – dichiara Lina Bonomo, presidente di Federsolidarietà/Confcooperative Basilicata.” Destinatari dell’avviso sono i nuclei familiari, i genitori o i tutori del bambino o dei bambini dai 0 ai 36 mesi, con residenza in Basilicata. Il contributo sosterrà i costi per l’iscrizione e la frequenza degli asili nido, comprensivi anche di sezioni primavera, o di altri servizi educativi e scolastici, asili aziendali e micronidi. Tra le strutture per l’infanzia comprese nell’avviso, ci sono anche i servizi educativi integrativi al nido, quali i centri per bambini e genitori, gli spazi gioco e i servizi in contesto domiciliare. E, ancora, gli spazi ricreativi, le aree destinate al gioco che hanno caratteristiche di occasionalità ed estemporaneità quali baby parking, e quelle negli ipermercati e nei villaggi turistici. Il valore dei Buoni servizio si calcolerà sulla base del reddito familiare Isee ma, in ogni caso, l’ammontare complessivo del contributo non potrà superare la soglia massima dei 3.500 euro annui. “Le cooperative sociali aderenti alla Confcooperative – conclude Lina Bonomo – sono pienamente soddisfatte da questa misura di civiltà adottata dalla Regione Basilicata.”