differenziata 1

Si torna a parlare di raccolta differenziata dopo una serie di ‘distrazioni’ che hanno investito la città di Potenza: Natale, ma soprattutto Capodanno, poi la neve.

A breve anche le aree 5-6-7 della città entreranno a fare parte di questo grande progetto, le tre aree infatti raggruppano una grande superficie cittadina che comprende Verderuolo, Santa Maria, i poli universitario ed ospedaliero, Via Appia. La conferenza stampa tenutasi questa mattina presso la Biblioteca è stata un’occasione importante per la divulgazione dei dati fin ora raggiunti, oltre che per la presentazione dell’app per Android ed iOS, realizzata dal CED del Comune, che una volta ottenuti i permessi, sarà un grande supporto informativo per le utenze interessate dalla differenziata.
550 tonnellate in meno conferite in discarica è il numero che si evince sulla base dei dati raccolti mettendo a confronto dicembre 2015 e dicembre 2016. Un risparmio anche economico se si pensa che il costo a tonnellata per il conferimento è di circa 247 euro. “Come amministrazione, siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti ed in particolare sulla quantità di conferimento in discarica risparmiata, che si tramuta poi anche in un risparmio sul bilancio delle casse cittadine”, è stato il commento del Sindaco Dario De Luca, in apertura della conferenza a cui hanno preso parte anche l’assessore all’ambiente Rocco Coviello, Silvio Ascoli e Roberto Spera di ACTA, rappresentanti del Conai e infine i responsabili dell’implementazione delle applicazioni per dispositivi mobili.
Molto entusiasmo da parte dell’Assessore all’Ambiente per i dati emersi, che hanno dimostrato a partire da luglio 2016 l’incremento dal 20 al 36% dell’indice di differenziata, il che vale a dire un differenziale del 16 % non indifferente, tenendo presente che non tutto il capoluogo è ancora interessato dal progetto della racolta differenziata.

appdifferenziata
Come dicevamo, la conferenza è stato un momento per presentare anche l’app mobile, che va sottolineato è stata implementata grazie a forze interne al Comune senza ricorrere ad aziende esterne. Inoltre l’assessore Coviello ha illustrato il vademecum cartaceo in braille, per evitare l’esclusione delle persone non vedenti da questo grande progetto di cambiamento che ha investito la città di Potenza.
Durante l’incontro nessuno si è nascosto rispetto alle criticità che si sono venute a creare e che vengono spesso denunciate dai cittadini: “Sono problemi che contiamo di risolvere anche con l’implementazione delle telecamere, che ci rendiamo conto rappresentano degli strumenti coercitivi, ma sono necessari talvolta contro quelli che si ostinano a conferire in modo sbagliato”, è stato affermato dal Sindaco, poi ribadito anche dal Spera, presidente del CdA dell’ACTA.
In conclusione vi è stato anche un breve accenno ad un progetto che verrà probabilmente presentato nei prossimi giorni. Si tratta di “Lavoro Utile Volontario”, e consiste nella pulizia dei luoghi pubblici ad opera dei tanti giovani che vengono ospitati dalle varie associazioni cittadine. 240 ragazzi, che a gruppi di 60 si alterneranno ogni trimestre per migliorare le condizioni estetiche della città, con probabile inizio a Marzo.