sancarloconferenza opt

Con le nomine dei nuovi direttori di cardiochirurgia e cardiologia, che hanno preso servizio in queste settimane, ha iniziato a prendere forma il nuovo Dipartimento del Cuore dell'ospedale San Carlo di Potenza, che una fortuita coincidenza di date ha voluto la sua riorganizzazione esattamente 40 anni dopo la prima apertura del reparto di cardiochirurgia del San Carlo, nel 1977, quando era un punto di riferimento non solo per la nostra regione ma per tutto il Centro-Sud.

I nuovi primari, sono stati presentati questa mattina nel corso di una conferenza stampa, alla presenza del dg Rocco Maglietta e dell'Assessore alle Politiche per la Persona, Flavia Franconi. Entrambi provenienti da un'importante esperienza presso l'Ospedale San Camillo Forlanini di Roma, saranno il dr. Giampaolo Luzi, per la Cardiochirurgia, e il dr. Rosario Fiorilli per la Cardiologia, i nuovi primari scelti per portare il loro valore scientifico e professionale al nosocomio cittadino.
“Oggi completiamo un discorso iniziato circa 3 anni fa, si tratta di un nuovo modello organizzativo con un'unica unità operativa di cardiologia divisa in bassa, media ed alta intensità di cura, che prevede nel complesso circa 54 posti letto. La riorganizzazione in sanità è sempre un passo importante, ma credo che la sanità la fanno gli uomini, gli operatori, gli infermieri, i tecnici. Ringrazio tutto lo staff di Cardiologia e Cardiochirurgia per come hanno portato avanti sempre il lavoro”, ha affermato il direttore generale Maglietta in apertura dell'incontro.

054 opt
“E’ un momento che conclude tre anni di lavoro. La riorganizzazione del Dipartimento del cuore è avvenuta con la presa in carico di due primari di cui conosciamo il valore”, ha affermato l'Assessore Franconi. “Si tratta di un passaggio importante per il rilancio della Rete del cuore in Basilicata, la Regione ha inoltre fatto più investimenti per l'innovazione tecnologica. Spesso ci si dimentica che le malattie cardiovascolari sono la principale causa di morte nel Paese. Speriamo che con la nuova riorganizzazione noi possiamo progredire e far riacquistare ai cittadini la fiducia nel nostro sistema sanitario”, ha poi concluso.


Con due brevi ed incisivi interventi, si sono poi presentati i due nuovi primari.

drLuzi opt
“Le innovazioni tecnologiche ritengo siano una base per poter ripartire ed offrire ai pazienti, ma anche ai cardiologi, un riferimento sul quale poter contare. Sarà fondamentale dunque l'aiuto di tutti i medici e gli infermieri, in cui ho visto una grandissima passione e una grande voglia di andare avanti, sin dal mio arrivo una settimana fa. Ringrazio anche la direzione strategica per tutto ciò che sta offrendo per l'implementazione delle strutture, e sono contento di poter condividere questa esperienza con l'amico Fiorilli, con il quale da anni collaboro, affinchè insieme possiamo portare la stessa eccellenza che avevamo a Roma. Qui non mancano le strutture e inoltre ci sono persone volenterose”, ha affermato il dr. Luzi, che nel suo curriculum elenca esperienze di studio all'estero, oltre che diverse pubblicazioni scientifiche.

drFiorilli opt
Per quanto riguarda il dr. Fiorilli, si tratta un ritorno a Potenza, dove ha vissuto un bel pezzo della sua storia professionale, circa 20 anni, prima di trasferirsi a Roma. “Per me è un gradito ritorno, ho mosso i miei primi passi in questo ospedale dove ho lavorato al fianco di persone straordinarie dal punto di vista umano e professionale. Torno al San Carlo dopo 15 anni di 'vacanze romane', che vacanze ovviamente non sono state, ma sono stati anni in cui ho avuto l'opportunità di affinare tecniche di cardiologia interventistica. Sono orgoglioso di poter ritornare qui a dirigere il Dipartimento di Cardiologia, sperando di esserne all'altezza. Ho trovato vecchi amici, volti giovani ed interessanti, oltre che una direzione strategica che si presta a progredire e migliorare”, sono state le parole del dr. Fiorilli.