aereoprotezione civile

Soprattutto in questi giorni di “emergenza neve” con le sollecitazioni a rafforzare il sistema regionale di protezione civile e di assistenza sanitaria emerge, forse con maggiore chiarezza, il ruolo dell’infrastruttura aeroportuale “Enrico Mattei” di Pisticci quale punto di riferimento per le numerose attività di protezione civile e per il sistema sanitario regionale, in particolare come base operativa fondamentale per il trasporto sanitario lucano.

Una struttura aeroportuale che per le sue caratteristiche di localizzazione a metà strada (o meglio durata di voto) dalle due province e per le peculiarità può garantire un vantaggio in termini di efficienza ed efficacia. La Winfly, società di gestione oltre che compagnia aerea – si sottolinea in una nota - può assicurare differenti servizi che da Pisticci permettono un veloce raggiungimento aereo delle aree periferiche dell’intero territorio regionale. Uno scalo che, non a caso, nel recente passato è stato scelto dall’ex Corpo Forestale dello Stato, dai Vigili del Fuoco, Guardia di Finanza come hub per elicotteri e velivoli da impiegare in attività su un vasto territorio comprensoriale oltre che di Basilicata, di Calabria e Puglia. Come testimonia l’impiego del Partenavia P68 Observer della flotta Winfly, la ricognizione e il coordinamento degli incendi può essere veloce e precisa tenuto conto che in Basilicata il rischio incendi rimane sempre molto elevato e riguarda pressoché tutta la regione. Le informazioni, infatti, possono essere immediatamente inviate ai centri di controllo e coordinamento di competenza. L’aeroplano ha come principale scopo la prevenzione dei vasti incendi.
E sempre per gli interventi di Protezione Civile l’infrastruttura è la base ideale per gli elicotteri in grado di raggiungere i comuni e i centri rurali e montuosi più impervi e isolati dalla neve.
Winfly ha quindi candidato l’Enrico Mattei al coordinamento di attività dei servizi eliambulanza-emergenza-urgenza, una proposta che – sottolinea la società di gestione – è ben nota alle autorità regionali e che acquisisce attualità con il piano del Presidente Pittella di estendere il servizio di eliambulanza in ogni comune lucano e nelle ore notturne. Tra i servizi disponibili a Pisticci che sono garantiti dall’attività di settore: manutenzione, hangaraggio, rifornimento carburante, utilizzo uffici, possibilità di stazione radio dedicata. Oltre alla posizione in Valbasento e a pochi minuti di percorrenza stradale per le ambulanze del servizio 118 di numerosi centri. Inoltre Winfly garantisce aeroambulanza e trasporto organi, due servizi che al momento il servizio sanitario lucano richiede ad altre Regioni. L’ ideale – si sottolinea dalla base di Pisticci - sarebbe arrivare ad avere nella medesima struttura elisoccorso e trasporto sanitario h24. Bisogna capire se il servizio sanitario lucano ha bisogno di un aeromobile disponibile H24 oppure di un servizio a chiamata. In Campania hanno optato per due aeromobili disponibili h24. La Winfly e la Slam sono in grado di fornire questo servizio con due aeromobili che possono essere disponibili H24 in quanto possono garantire anche voli notturni da Napoli e Bari, mentre diurni anche da Pisticci. E la tecnologia al servizio dei voli notturni per l’emergenza-urgenza fa passi da gigante. Un esempio concreto viene dalla Lombardia dove, da metà luglio scorso, il servizio di volo notturno per i piloti avviene, sia pure per ora parzialmente, con l’impiego di speciali dispositivi, simili a binocoli, finora utilizzati solo in ambito militare, attraverso l’ aeromobile AW 139 di Leonardo Helicopters, dotato di strumentazioni di bordo compatibili con il sistema NVG. Anche per questo – si legge nella nota – noi insistiamo sugli aspetti tecnologici e di esperienza professionale per la gestione dell’eli-aereoambulanza. La corsa - o meglio, il volo - per salvare una vita o rendere meno infausta una prognosi si avvale, dunque, di un'importante risorsa per arrivare più velocemente e più vicino alle persone che hanno necessità di ricevere un soccorso sanitario.