acconciatori confartigianato

L’abilità dei maestri dell’acconciatura contribuisce in modo significativo, attraverso la cura dell’immagine, a migliorare la qualità della vita. Confartigianato organizza la rappresentanza degli acconciatori che svolgono l'attività in forma di impresa ai sensi delle norme vigenti, attraverso l'individuazione delle politiche a sostegno del comparto sia a livello nazionale che europeo, oltre che in una serie di azioni mirate alla qualificazione professionale degli operatori.

A sottolinearlo l’Assemblea di categoria della provincia di Potenza che ha confermato per acclamazione Leonardo Di Blasio Presidente degli Acconciatori per Uomo( i Barbieri) di Potenza. Il nuovo Consiglio Direttivo è composto da: Antonio Di Franco, Antonio Teta, Giovanni Laurita, Antonio Matturro e Donato Masi.
All'incontro era presente il Segretario Provinciale di Confartigianato Potenza, Tonino Gerardi, che ha illustrato il pacchetto "Creopportunità" della Regione Basilicata.
L'Assemblea si è soffermata, ancora una volta, sul grave fenomeno del lavoro abusivo, che specialmente nel periodo natalizio, raggiunge dimensioni preoccupanti.
“L’impegno del nostro nuovo Direttivo Acconciatori Confartigianato, avrà obiettivi molteplici – ha detto il Presidente Di Blasio – finalizzati a contribuire, attraverso l’Associazione, alla crescita professionale, attraverso l’apporto di un laboratorio di idee in cui gli acconciatori potranno fare proposte sulle attività da programmare, ed al presidio sulle tematiche di interesse. Grazie all’apporto ed alla collaborazione dei professionisti del Direttivo ed al sostegno della Confartigianato, nostro obiettivo è quindi quello di impegnarci con entusiasmo in favore della categoria, per aiutarla ad essere sempre più competitiva ed all’avanguardia continuando a promuovere corsi di aggiornamento come il "Fashion Man" tenuto a maggio scorso”.
Quanto al crescente fenomeno dell’abusivismo nel comparto dell’acconciatura e dell’estetica non è solo un danno per le imprese regolari che operano nella legalità, alla luce del sole, ma anche un danno alla salute e al benessere dei clienti. Secondo i dati della Camera di Commercio operano regolarmente in provincia di Potenza 660 acconciatori (512 per donna e 148 per uomo) e 166 estetiste; fra occupati e titolari circa 2.500 persone che con professionalità contribuiscono ogni anno al sostentamento economico ed occupazionale di migliaia di famiglie della provincia. Tutto ciò però – evidenzia la nota – è a forte rischio a causa della concorrenza sleale di centinaia e centinaia di operatori abusivi che, non rispettando nessun tipo di legge e soprattutto sentendosi impunibili, svolgono l’attività quotidianamente nelle abitazioni dei clienti o in locali non idonei.
La moda e le nuove tendenze maschili per offrire al cliente una proposta sempre aggiornata e che anticipi la richiesta del mercato, specie in questo periodo che precede le festività natalizie, fase di maggior lavoro per gli acconciatori, restano i punti di riferimento. Il mondo dell'acconciatore – è stato sottolineato - è un mondo ricco di fascino e di opportunità. la Professione di acconciatore è una Professione che permette, a chi la intraprende, di esprimere creatività e capacità imprenditoriali. Scegliere la Professione di acconciatore oggi, vuol dire scegliere di "essere" un professionista della bellezza, un professionista completo. Quelli che una volta erano etichettati come barbieri si dotano di tutti gli strumenti e le competenze artistiche e gestionali che possono semplificare il proprio lavoro all’interno del salone, rendendolo allo stesso tempo più creativo, entusiasmante e profittevole.