pagina8negoziosigillato

Ci siamo occupati altre volte delle criticità di viale Firenze, ci riferiamo al tratto che lambisce piazza don Bosco e si incrocia con via Di Giura. Problematiche vecchie che non hanno mai trovato soluzione e che di fatto rendono questo pezzo di strada molto pericoloso in uno dei luoghi con più alta densità abitativa della città, oltre che polo aggregativo per la presenza della Parrocchia di San Giovanni Bosco, di scuole, impianti sportivi, per non parlare del frequentatissimo parco Baden Powell.

Con la stagione invernale si ripropone il problema degli allagamenti, quando c’è una giornata con pioggia particolarmente copiosa si formano dei veri e propri laghi nella parte pianeggiante di viale Firenze, quella compresa fra le palazzine con i porticati. L’acqua che proviene dal tratto in discesa non riesce ad essere smaltita dagli scoli lungo i bordi della strada e si raccoglie fino a raggiungere un’altezza considerevole, con la costruzione delle nuove fermate bus le cose sono peggiorate in quanto con la costruzione del marciapiedi si è eliminato uno sfogo verso piazza don Bosco. Quasi tutti i tombini di scolo risultano intasati da fango, fogliame e rifiuti vari e anche se di recente sono stati ripuliti il problema non si è risolto perché sicuramente si è intasato tutto il canale fra i vari pozzetti. Abbiamo constatato che ciò che riferiscono i residenti è vero, abbiamo notato che alcuni negozi sono stati costretti a sigillare l’ingresso delle attività commerciali con affaccio su viale Firenze, ogni volta che piove altri residenti si premurano di sollevare i coperchi dei pozzetti di scolo per favorire il deflusso dell’acqua.

pagina8tombini occlusi

Ci fanno notare che questi allagamenti continui hanno compromesso il piano viario tant’è che in più punti l’asfalto è saltato e di recente sono state rifatte le solite “pezze”. Anche l’illuminazione pubblica viene trascurata, da mesi tre lampioni nei pressi del civico 20 sono spenti e nonostante le segnalazioni al competente ufficio comunale ancora non vengono sostituite le lampade fulminate. Viene richiesta la presenza di agenti della Polizia Locale in quanto l’indisciplina di tanti automobilisti mette a repentaglio l’incolumità dei pedoni, in questo tratto di strada ci sono automobilisti che credono di percorrere una pista di Formula Uno, non tengono conto che qui ci sono alcuni passaggi pedonali ed un semaforo che non tutti rispettano, le cronache cittadine hanno spesso raccontato di investimenti sulle strisce pedonali di incolpevoli pedoni. Sono tanti anche gli automobilisti che non rispettano il divieto di accesso ubicato nei pressi dell’incrocio con piazza don Bosco e percorrono la bretellina riservata ai bus rischiando di scontrarsi con chi rispetta il corretto senso di marcia.

pagina8sosta selvaggia
Le nuove fermate dei bus appena realizzate sono spesso accerchiate da auto in sosta che impediscono la comoda fermata dei bus. Soprattutto l’utenza anziana lamenta inefficienza del trasporto pubblico perché sono state diminuite le corse che passano da viale Firenze e non c’è più una corsa diretta che collega l’Ospedale San Carlo, i viaggiatori occasionali fanno notare che non c’è alcuna indicazione sulle corse che transitano da viale Firenze e delle relative frequenze.