pagina4FOTO

Tempi di attuazione del “Patto per Basilicata” ed emendamenti alla legge di bilancio sono i principali temi affrontati ieri mattina, nel corso di un incontro operativo, che si è svolto nella sala Verrastro della Giunta regionale, tra il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Claudio De Vincenti, il presidente della Regione Basilicata Marcello Pittella, gli assessori Luca Braia e Francesco Pietrantuono, i direttori generali e le autorità di gestione dei Fondi europei.

“Il Patto per la Basilicata è già operativo e nelle prossime settimane – ha spiegato il sottosegretario De Vincenti – partiranno i primi investimenti che riguarderanno cinque linee, quali infrastrutture, ambiente, sviluppo economico e produttivo, turismo e cultura, welfare e legalità. Un Patto molto corposo ed efficace che consentirà di collegare la Basilicata alle regioni limitrofe e quindi al resto d’Italia e che ha come orizzonte temporale il 2019, anno di Matera Capitale europea della Cultura”.
“Il Patto per la Basilicata è un esempio tangibile del lavoro che il Governo nazionale ha da tempo messo in piedi per questa terra – ha affermato il governatore Pittella – e rappresenta una grande opportunità di crescita e sviluppo, perché ci consente di mettere a sistema le risorse già a disposizione dell’Ente, con ulteriori fondi destinati alle regioni del Sud”. In particolare, Pittella si è soffermato sul finanziamento di alcune opere strategiche, come la linea ferroviaria Matera-Ferrandina e il collegamento Salerno-Potenza-Taranto che “rappresentano un grande e positivo risultato – ha aggiunto il presidente - frutto di un impegnativo lavoro dei parlamentari lucani, i quali hanno saputo mettere da parte ogni divisione politica per raggiungere insieme questo straordinario risultato”.
Pittella ha inoltre posto all’attenzione del sottosegretario De Vincenti tre emendamenti alla legge di bilancio - presentati dagli onorevoli lucani alla Camera e che a breve dovranno essere riproposti al Senato – riguardanti una eventuale deroga al tetto di spesa sul personale nella sanità che nel 2004 (anno di riferimento della norma) non teneva conto del sistema di emergenza-urgenza e del Crob di Rionero in Vulture diventati operativi successivamente; la deroga all’assunzione di dipendenti nell’Arpab da finanziare con risorse regionali e la possibilità di eliminare la sanzione che ha colpito il Comune di Potenza, in seguito allo sforamento del Patto di stabilità nell’anno in cui è stato decretato il dissesto finanziario.
Il sottosegretario De Vincenti si è dichiarato disponibile ad interessarsi alle tre questioni, aprendo in particolare uno spiraglio sia per le assunzioni in Arpab (a patto che le risorse siano esclusivamente regionali), sia per un alleggerimento della sanzione al Comune di Potenza, essendo già attivo un tavolo nazionale con l’Anci.

 

«La Ferrandina-Matera è ormai nei fatti»


Organizzato dall’On. Maria Antezza, si è tenuta al “Garden Inn” di Venusio un affollato pubblico incontro in cui, tra l’altro, è stato fatto il punto sull’importante traguardo raggiunto dalla città attraverso il finanziamento, con la Legge di Bilancio dello Stato 2017, del completamento della tratta ferroviaria Matera-Ferrandina. Lo rende noto l’associazione Matera Ferrovia Nazionale
Potrà essere raggiunto così lo storico risultato, atteso da oltre un secolo, del collegamento della città dei Sassi alla Rete Ferroviaria Nazionale.
All’incontro erano presenti il Presidente della Giunta Regionale Marcello Pittella, l’Assessore regionale all’agricoltura Luca Braia e una delegazione dell’Associazione “Matera Ferrovia Nazionale”, appositamente invitata.
Nel corso dell’incontro il Presidente onorario dell’Associazione, Avv. Francesco Di Caro, in un incisivo intervento, dopo aver ringraziato l’On. Maria Antezza per l’impegno profuso nell’attività parlamentare messa in essere per raggiungere l’importante risultato, ha chiesto ufficialmente al Governatore Pittella di procedere alla modifica del PIANO REGIONALE TRASPORTI (PRT), di prossima discussione in Consiglio Regionale, che nella stesura attuale non prevede tale infrastruttura.
L’Avv. Di Caro ha anche annunciato l’avvenuta presentazionealla competente Commissione Consiliare Regionale, da parte dell’associazione “Matera ferrovia Nazionale”, di articolate “osservazioni” al piano regionale trasporti, sul tema dei collegamenti (passeggeri e merci) tra Basilicata e Puglia; osservazioni discusse e deliberate nell’assemblea dei soci fondatori dell’associazione medesima. Il Governatore Pittella, intervenuto successivamente, ha dichiarato che la modifica era ormai nei fatti e comunque, si è pubblicamente impegnato ad adempiervi quanto prima, tenendo conto anche delle osservazione dell’Associazione Matera Ferrovia Nazionale.