Heroes sviluppo

Si è tenuto dal 21 al 23 settembre, HEROES, meet in Maratea, il primo Euro-mediterranean Coinnovation Festival. L’opening session dell’evento di mercoledì mattina è stata dedicata al valore aggiunto che l’innovazione rappresenta nel promuovere lo sviluppo locale, ma anche l’inclusività e più alti standard di vita all’interno di uno scenario sempre più competitivo.


A prendere parte all’evento di apertura: Angelo De Carlo, Manager EY, Giampiero Maruggi, Sviluppo Basilicata, Gianluca Jacobini, Condirettore Generale del Gruppo Banca Popolare di Bari, Felice Ponzo, Università degli Studi della Basilicata, Marco Gay, Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria, Michele Somma, Presidente Camera di Commercio di Potenza, Pasquale Lo Russo, Presidente Confindustria Basilicata. Il dibattito si è aperto con una riflessione sui giovani, vero cuore pulsante del mondo dell’innovazione, delle nuove tecnologie e delle startup. Si tratta infatti dei veri protagonisti del cambiamento, a cui però è destinato il reddito pro capite più basso d’Italia. Presente all’evento l’Amministratore Unico di Sviluppo Basilicata, Giampiero Maruggi, che ha partecipato alla tre giorni realizzando nella splendida cornice di Parco Tarantini, la prima Convention del Microcredito FSE della Basilicata. Alle aziende beneficiarie della misura agevolativa Microcredito, è stata infatti data la possibilità di partecipare gratuitamente a tutte le iniziative ed eventi previsti dal programma Heroes, meet in Maratea, esponendo inoltre i propri prodotti e servizi nei desk personalizzati allestiti all’interno dello stand della Regione Basilicata e di Sviluppo Basilicata Nella sessione d’apertura dell’evento, l’Amministratore Maruggi, consapevole del valore delle start up ha insistito sull’importanza del Microcredito. “Se pensiamo ad un territorio come la Basilicata, non ha bisogno solo di innovazione tecnologica e start up, ma di una crescita diffusa. La Regione Basilicata ci sta provando, e in questa tre giorni noi siamo presenti proprio per far conoscere attraverso un focus le iniziative di Microcredito messe in atto, volte anche ad evitare la polarizzazione verso un solo settore o alcune aree geografiche specifiche”. “In questa ottica di sviluppo sicuramente bisogna porre una grande attenzione al tema dell’innovazione, facendo attenzione a non assorbire anche politiche industriali alle nuove”, ha aggiunto. Nell’ambito dell’inziativa Heroes, meet in Maratea, evento che racchiude oltre 70 appuntamenti concentrati in tre giornate di incontri, speach e panel con oltre 400 persone tra imprenditori, start up, finanziatori e giovani professionisti, Sviluppo Basilicata, di concerto con la Regione Basilicata, non ha fatto mancare la sua presenza segno di particolare attenzione nei confronti di coloro che vogliono fare impresa e investire in Basilicata. In questa occasione sono stati stipulati 18 nuovi contratti di finanziamento del Microcredito FSE. Questo per dare un segnale di come le piccole imprese siano una risorsa di sviluppo diffuso imprescindibile per il nostro territorio e per la nostra Regione. Con le nuove stipule, sono stati raggiunti 16 milioni di euro di finanziamenti. Nel pomeriggio della prima giornata di lavori, Vito Pinto, Responsabile Settore Ingegneria Finanziaria di Sviluppo Basilicata, ha tenuto un panel sul Venture Capital dal titolo: “Il Venture Capital: cosa fare, come fare. Il racconto di un’esperienza”. Questa è stata l’occasione per raccontare la pluriennale esperienza di Sviluppo Basilicata nella gestione dei fondi di capitale di rischio, avviata già dalla metà degli anni 90 e la genesi dell’attuale Fondo di Venture Capital, evidenziandone le motivazioni che hanno portato la Regione Basilicata ad utilizzare tale strumento di ingegneria finanziaria e le caratteristiche e le peculiarità di un fondo di Venture Capital finanziato con risorse pubbliche. Nel corso del workshop, i founders di iGoOn Srl e DOMEC SpA, alcune delle imprese finanziate dal Fondo, ed il rappresentante di un coinvestitore privato (Memory Consult) che insieme a Sviluppo Basilicata ha investito in Cervellotick Srl, hanno raccontato la loro esperienza con Sviluppo Basilicata, quale gestore del Fondo, a partire dal primo approccio, fino alla fase finale di perfezionamento dell’operazione. Nel corso del panel ha inoltre preso la parola anche il dott. Vincenzo Carbonara della Banca Popolare di Bari che ha illustrato i risultati raggiunti con la Tranched Cover, altro strumento di Ingegneria Finanziaria affidato alla Banca da Sviluppo Basilicata, nell’ambito del Fondo di Garanzia PO FESR Basilicata 20072013.