sinisgallisc1

 

Riceviamo e pubblichiamo.
“Con grande stupore la scrivente in data odierna ha letto l’articolo (di un quotidiano locale - ndr), scritto dopo la pubblicazione della lettera del Consiglio d' Istituto dell’IC L. Sinisgalli , nota in cui si evince lo sdegno e la difficoltà della scuola per il provvedimento del Comune di acquistare gli arredi

mancanti a ridosso dell’inizio dell’anno scolastico senza fornire assicurazioni circa la data certa della consegna dei banchi e delle sedie.
Nell’articolo del quotidiano per questa criticità si riporta una spiegazione che avrebbe fornito l'Assessore Falotico, ovvero la tardiva richiesta della scuola con dei dati errati inoltrata al Comune. Per questa dichiarazione, sicuramente dovuta ad un’incomprensione tra l'Assessore e la giornalista, la scrivente chiede un'immediata e pubblica smentita per i motivi di seguito esposti.
1) In primo luogo è opportuno evidenziare che l'art. 190 del D. L.vo 197/94 e successive modificazioni dispone l'obbligo per i Comuni di fornire l'arredamento dei locali scolastici: per tale compito l'Ente Locale non ha avviato nel trascorso anno scolastico un monitoraggio né ha comunicato un protocollo con l’indicazione di scadenze da rispettare per l'inoltro di eventuali richieste.
2) In data 20 luglio 2016 la scrivente, dopo aver verificato i dati definitivi dell’organico per l'anno scolastico successivo, ha inviato la nota prot. 6085 indirizzata al dirigente dell'ufficio istruzione di Potenza arch. Grano e all'Assessore all'istruzione di Potenza dott. Falotico, indicando per l'a.s. 2016/2017 il fabbisogno dei banchi e delle sedie riscontrato sia per l'insufficienza degli arredi disponibili che per il danneggiamento degli stessi dovuto all'usura, a seguito del sopralluogo svolto dalla RSPP prof.ssa Sofi. È opportuno precisare che il Comune avrebbe potuto ricercare varie soluzioni, ad esempio acquistare nuovi arredi o adoperare banchi e sedie non utilizzati in un’ottica di razionalizzazione delle risorse disponibili.
In data 4 agosto 2016 l'arch. Grano con nota prot. 60810 ha comunicato alla scrivente di non poter provvedere alla richiesta per mancanza di fondi, senza peraltro fornire alcuna alternativa. Con successiva e immediata comunicazione prot. 6285 del 05/08/2016 la scrivente ha sollecitato l'intervento del Comune per assolvere a quanto disposto dalla vigente normativa e in data 29/08/2016, dopo varie sollecitazioni da parte della scuola, la RSPP prof.ssa Sofi ha partecipato ad un incontro con l'Assessore Falotico su questo tema: in tale riunione l'Assessore ha richiesto alla docente di effettuare un’ulteriore ricognizione e di inviare una nuova comunicazione distinguendo tra il numero dei banchi mancanti e quelli maggiormente usurati, e ha chiesto la collaborazione della docente in un'azione di monitoraggio dei banchi di proprietà dell'Ente e non utilizzati. La scuola ha soddisfatto entrambe le richieste: infatti con nota 6651 del 30/08/2016 ha inviato la specifica dei banchi mancanti e di quelli danneggiati e nel pomeriggio del giorno 08/09/2016 la prof.ssa Sofi ha effettuato un sopralluogo presso i locali della ex- scuola media Torraca con il funzionario del Comune di Potenza Lamorgese, riscontrando la presenza di molti banchi e sedie in condizioni di abbandono che non ne consentivano l'impiego in altre sedi. A seguito delle numerose istanze pervenute al Comune, anche per le vie brevi, da parte della scuola, nel pomeriggio del 9 settembre l'arch. Grano ha comunicato per e-mail l'avvenuto acquisto di quanto richiesto.
3) Per sopperire alla mancanza di arredi (quelli acquistati giungeranno dopo l'inizio delle lezioni) la scrivente ha chiesto la collaborazione del Sindaco del Comune di Trivigno Marino e del Dirigente Scolastico della scuola di Trivigno prof.ssa Eugenia Tedesco, che si ringraziano per la disponibilità fornita, ottenendo in prestito un numero di banchi e sedie adeguato a sopperire alla carenza riscontrata sino al ricevimento di quanto acquistato dal Comune.

Il Dirigente Scolastico prof.ssa Giovanna Gallo