fascicfabb

 

“Dopo il recente terremoto che ha colpito il Centro Italia i tecnici hanno sottolineato, ancora una volta, l’importanza che ogni edificio sia accompagnato dal ‘Fascicolo del fabbricato’. In Basilicata nonostante la LR n. 25/2009 (Piano casa) aveva previsto, per gli interventi da essa disciplinati, l’obbligo di istituire un fascicolo del fabbricato, la questione è ancora rinviata a un regolamento attuativo per la definizione dei contenuti dell’importante strumento che quindi da noi non è obbligatorio”. Lo afferma il vice presidente del Consiglio regionale Paolo Castelluccio (Pdl-Fi) sottolineando che “in Basilicata, sulla base del 14esimo censimento Istat, circa 20 mila alloggi sono stati costruiti dopo il 1942 e almeno 120mila prima del 1960 con ben 70 mila in uno ‘scarso stato di conservazione’ che rappresentano un terzo dell’intero patrimonio immobiliare privato, una percentuale tra le più alte in Italia. Si tratta pertanto, come sta avvenendo già in alcune Regioni, di accelerare l’iter tecnico-normativo tenuto conto che il fascicolo del fabbricato è uno strumento per il monitoraggio dello stato di conservazione del patrimonio edilizio finalizzato ad individuare le situazioni di rischio degli edifici e a programmare nel tempo interventi di ristrutturazione e manutenzione per migliorare la qualità dei fabbricati”.

da http://consiglio.basilicata.it/consiglioinforma/detail.jsp?otype=1120&id=3371444&value=consiglioInforma#.V8ant9SLTMo