31.7.2016 Mollica ad Anzi alla manifestazione Lunione in vetrina

“La manifestazione ‘L’unione in vetrina’ è la dimostrazione positiva di quando le pro loco lavorano insieme pensando al territorio come area vasta e non singolarmente per Comune”.

È quanto ha dichiarato il presidente del Consiglio regionale Francesco Mollica che ieri, in contrada San Donato di Anzi, ha partecipato alla serata di promozione di prodotti gastronomici, artigianali e di tutto ciò che rievoca la tradizione storica, organizzata dalle pro loco Camastra e Basento e dai Comuni dell’Unione.

“La formula per la strutturazione e valorizzazione di un’offerta territoriale – ha detto il presidente - è dunque ‘fare sistema’ da parte di tutti gli operatori; amministratori pubblici, imprenditori, associazioni di categoria, pro loco. Una formula quasi ‘magica’ in grado di ridare la giusta collocazione al turismo lucano. Un sistema che fa rete tra Comuni, associazioni, parti sociali non può che essere il motore affinché i nostri territori potranno essere competitivi non solo a livello regionale e nazionale ma anche verso i mercati esteri. Manifestazioni come quella di ieri sono senza dubbio la vetrina di promozione di risorse che molto spesso rimangono sconosciute tra i lucani stessi, per via di una scarsa fruizione. Penso alla coltivazione di zafferano che viene fatta anche in un’azienda di Anzi, alla trasformazione del tartufo in svariati prodotti alimentari in un’azienda di Calvello, alla produzione di singolari prodotti alimentari a base di miele ad opera di un’azienda di Brindisi di Montagna. Veri prodotti di nicchia e di qualità sul territorio regionale”.

“Manifestazioni come queste – ha concluso Mollica – esempio e volano anche per gli altri eventi locali, rappresentano inoltre il veicolo di promozione, non solo da un punto di vista enogastronomico, ma anche della rievocazione e quindi della valorizzazione di tutte quelle risorse che sono presenti sul territorio; storiche, artistiche, monumentali. Tra queste il palio della Beata Vergine del Carmelo che, come ogni anno, si svolge a Laurenzana il 9 agosto. Un corteo che vede sfilare e gareggiare tutti i quartieri del paese in onore della festa della Beata Vergine del Carmelo. Si tratta della rievocazione di un incontro storico che avvenne nel duecento tra i signori di Laurenzana e Manfredi, la cui figura è poco conosciuta e valorizzata in Basilicata”.