multe

L’Acta lo aveva annunciato nei giorni scorsi. Multe salate nelle aree extraurbane della città interessate dal nuovo sistema di raccolta differenziata, nei confronti di chi non rispetta le norme e lascia a terra i rifiuti invece di posizionarli nei contenitori adatti.


L’attività di controllo e di repressione di comportamenti incivili è svolto dal corpo di Polizia Municipale e degli ispettori ambientali dell’Acta, i quali periodicamente vigileranno nei pressi delle postazioni per individuare i trasgressori. Le multe prescritte, serviranno a far fronte così all’indiscriminato conferimento dei rifiuti fuori dalle postazioni, anche per coloro che provengono dai paesi limitrofi e abbandonano ingenti quantità di buste in strada.
Le multe, che verranno erogate dai Vigili, andranno da 600 a 1200 euro a secondo della sanzione in cui si incorre . Stessa cosa ovviamente avverrà nel resto della città, quando andrà a regime il porta a porta.
Nello stesso tempo, l’ACTA sta provvedendo a monitorare il corretto conferimento e la qualità dei rifiuti collocati da parte della utenza nei cassonetti, onde poter acquisire i primi dati su questo nuovo servizio e adottare eventuali correttivi.
Da una prima ricognizione, è emersa una discreta qualità dei rifiuti conferiti a testimonianza che, il lavoro svolto in questi giorni dagli informatori, è stato utile e prezioso poiché da parte della maggior parte dei cittadini si intravede l’atteggiamento collaborativo giusto.
In particolare, si è potuta riscontrare nelle postazioni di Trinità Sicilia, una qualità elevata dei materiali raccolti e nessuna difformità da rilevare, segno evidente che quando il cittadino adotta alla lettera le indicazioni, i risultati sono tangibili e positivi.
“Per rafforzare l’atteggiamento virtuoso dei cittadini- sottolinea Silvio Ascoli Direttore ACTA- l’azienda di concerto con il Comune, organizzerà dei veri e propri info-point mobili nei pressi delle isole ecologiche ove i facilitatori illustreranno ulteriormente alle utenze cosa, come e dove conferire i rifiuti urbani”. Non solo attività di vigilanza e repressione quindi.
Prosegue, nel frattempo, la sistemazione dei contenitori nel resto delle aree extraurbane. L’ACTA chiede scusa ai cittadini per eventuali disagi causati e invita ad avere ancora un po’ di pazienza poiché, per quanto concerne questa prima fase, siamo oramai in dirittura d’arrivo.
Infine l’azienda invita tutti coloro che ancora non lo hanno fatto (perché assenti durante la visita dei facilitatori), a ritirare il kit per la raccolta differenziata presso la sede dell’ACTA in via della siderurgica,12 o a servirsi per eventuali informazioni del numero verde gratuito 800/276486.

 

foto da Facebook di Leonardo Leone