pittella1

 

“L’intervista rilasciata dall’assessore regionale Berlinguer, in merito al servizio di trasporto pubblico su rotaia, non può lasciarci indifferenti. L’Assessore diventa un fiume in piena solo davanti ad un giornalista. Invece, quando si tratta di informare il Consiglio, sulle questioni che lui mette in evidenza, tace. Ecco perché abbiamo presentato un’interrogazione urgente al Presidente della Giunta regionale per conoscere i dettagli della situazione denunciata da Berlinguer e la reale portata di tali affermazioni che noi riteniamo gravi”. Così il capogruppo consiliare di Laboratorio basilicata – Fratelli d’Italia, Gianni Rosa.

“Asserire in merito al servizio di trasporto pubblico su rotaia – continua Rosa - che è una ‘situazione che va abbondantemente oltre il lecito, dove le due società di gestione del servizio, Trenitalia e Fal, stanno assumendo una posizione dominante, quasi monopolista, che ostacola qualsiasi forma di concorrenza, mettendo all’angolo gli Enti Pubblici’ deve far preoccupare tutti ed in primis chi è deputato dai cittadini al governo dei territori. I contratti scaduti il 31 dicembre 2014 e le continue proroghe, evidentemente, hanno favorito i gestori del servizio a scapito degli Enti pubblici ma, soprattutto, dei cittadini. Affermazioni pesanti, che pronunciate da un esponente della Giunta regionale, in carica da 2 anni e 6 sei mesi, diventano ancora più gravi e preoccupanti”.

“Sinceramente Berlinguer diventa politicamente incomprensibile. Probabilmente prova – aggiunge Rosa - mettendo le mani avanti, a nascondere l’incapacità politica della Giunta Pittella che, anche in questo campo, ha fatto tanta demagogia ma che, concretamente, in tutto questo tempo, nulla ha realizzato. Sarebbe curioso conoscere in merito il pensiero di Renzi che ultimamente sui treni lucani sembra ben informato. Di certo non ci aspettiamo reazioni da parte di Pittella che, proprio questa mattina, in Consiglio, rispondendo ad una nostra interrogazioni relativa alle affermazioni nettamente negative dell’ex assessore Ottati sull'operato del Governo regionale, ha affermato che la Giunta lavora all’unisono e che intemperanze personali non sono gradite. In questo modo il Governatore ci fa capire che condivide in toto il pensiero di Berlinguer (forse). Dobbiamo aspettarci anche per i trasporti un richiamo di qualche Autorità nazionale? È un modo per 'anticipare' un altro scandalo? Ci auguriamo di no. Unica cosa certa è, però – conclude Rosa – che, in questi due anni, di trasporti se ne è parlato tanto, ma i lucani sono ancora costretti a viaggiare con gli stessi mezzi dell’’800”.