parco elisa claps

«Ogni nucleo abitativo, pur se piccolo, può diventare grande se c’è la conoscenza e la condivisione degli aspetti relativi alla vivibilità degli spazi in comune.

A Macchia Romana, il prolungamento del nucleo abitativo è già sufficientemente vasto e vario; purtroppo i problemi non mancano: l’incomunicabilità tra i residenti è uno dei più gravi ed è ormai incrostato, perché di vecchia data. L›indifferenza, la mancanza di confronto, oltre quello formale e occasionale è uno dei più significativi. Il nocciolo del problema è quindi l’indifferenza, almeno apparente. Sono stati diversi e tentativi di creare una comunità armoniosa ed attiva, purtroppo tutti naufragati. Ottenere piccoli e graduali risultati, per rivivere più piacevolmente il quartiere, in modo da conciliare la vita lavorativa con quella familiare, o momenti di svago, è possibile e per qualche verso doveroso. Occorre sollecitare chi ha buone intenzioni sopite e svilupparle in attività crescenti. Tutto per ripercorrere vie più ricche di vita, a partire dal verde, dai servizi urbani efficienti, dai percorsi ripristinati e dai lampioni funzionanti; ed aree comuni in buono stato da poter utilizzare. Per ottenere tutto questo esiste nel quartiere un “nucleo” da cui ripartire: “IL PARCO DI ELISA CLAPS”. Un involucro al sole che, purtroppo, troppe volte viene saccheggiato. I vandali vanno scoraggiati con la presenza dei cittadini. Con il contributo, anche minimo, di tutti coloro che vorranno iscriversi al nuovo gruppo associativo «N.O.I. del parco ELISA CLAPS», si realizzeranno i primi lavori di pulizia, potatura degli alberi, rimpianto delle aiuole e servizi annessi, lì dove non è competenza dei gestori delle strutture pubbliche e lì dove è giusto ricreare zone comuni da proteggere e vivere insieme». E’ quanto hanno reso noto gli animatori de gruppo, che concludono «E’ importante COMINCIARE DAL PARCO, rendendolo più accogliente per utilizzarlo come contenitore di eventi e di socializzazione tra i residenti e tutti i potentini è un segnale di grande ospitalità. Il 23 aprile dalle H 15 effettueremo la caratterizzazione e pulizia del parco . Uno degli obbiettivi principali è interessare i giovani del rione e della città, per mettere in evidenza i loro talenti e capacità. Partecipa anche tu, è importante».